Home / #IoDicoLaMia / Non è un paese per giovani. Non ancora.
giovani

Non è un paese per giovani. Non ancora.

Occorre preparare il domani, perché l’orizzonte del futuro è il vero oggetto del confronto elettorale”. Sui giovani e sul futuro, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha posto l’accento nel suo discorso di fine anno. Non si può vivere in un eterno presente, senza guardare al futuro e alle nuove generazioni. Questo è il messaggio più forte, a mio avviso, che ci lascia il capo dello Stato salutando il 2018 e rivolgendosi alle parti politiche e civili della società.

È il richiamo alla partecipazione al voto, un richiamo che ha indirizzato in particolare ai nuovi elettori mettendo a confronto due generazioni. Quella dei ragazzi del 1899, chiamati a combattere proprio durante la grande Guerra e quella dei ragazzi del 1999 che, quest’anno il 4 Marzo, saranno chiamati al voto per la prima volta.  Un richiamo ai giovani non casuale visto che al momento in italia, stando ai dati Istat, il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni è pari al 35% e cresce anche l’astensionismo tra i giovani dai 18 ai 29 anni. Dati alla mano un giovane su due non andrebbe a votare.

Intanto il giornalista Alberto Magnani dalle pagine del Sole 24 ore in un suo articolo del 4 Gennaio ci ricorda che ad oggi, stando alle promesse elettorali dei vari schieramenti politici, gli under 30 sono scomparsi da qualunque programma elettorale. Fra Pensioni e flax tax la “questione dei giovani” fatica ad entrare nel dibattito politico odierno.

E se la Politica sembra disinteressarsi della questione giovanile, del diritto allo studio negato, del lavoro che manca, ai giovani non rimane altro che emigrare all’estero in cerca di un futuro migliore. Oppure restare. Restare per cambiare il paese, organizzarsi per contare, per incidere, per continuare a scommettere sul futuro.

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Check Also

totòriinaarresto

Totò Riina, l’ultimo capo dei capi

Nella notte del 17 novembre dell’anno scorso Totò Riina muore nel reparto detenuti dell’ospedale di …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *