Home / #OltreUnipa / “NO MAFIA” torna a “brillare”

“NO MAFIA” torna a “brillare”

La scritta “Sei la mia vita”, che da più di un mese deturpava la casetta NO MAFIA di Isola delle Femmine, è improvvisamente sparita. A cancellarla hanno provveduto gli operai dell’Amap, la società dell’acqua, proprietaria della casetta, i quali hanno bruciato tutti sul tempo con qualche pennellata di vernice bianca.

Da giorni sui social infervorava la polemica per quella scritta comparsa misteriosamente. Mentre qualcuno ha provato a minimizzare il gesto – in fondo è un inno all’amore – di più sono stati coloro che hanno pensato di organizzare una manifestazione per andare a cancellarla. “Abbiamo ricevuto tantissimi messaggi di indignazione e invito a ripulire. ANDREMO TUTTI ASSIEME”, aveva annunciato su facebook Dario Riccobono di AddioPizzo, che è stato il primo ad accorgersi della frase romantica. Ma gli operai hanno provveduto da soli, senza aspettare telecamere e giornalisti.

Riguardo Eliseo Davì

Eliseo Davì
Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e ho collaborato con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.

Leggi anche

La sede dell'Università pubblica non statale Lumsa di via Filippo Parlatore, a Palermo (foto Lumsa)

I nuovi equilibri dei poteri dell’impresa italiana in una giornata di studio all’università LUMSA a Palermo. Presenti anche manager Piaggio-AEROSPACE, FINMECCANICA, nonché INVITALIA

Al centro dell'evento una riflessione sull’attuale collocazione della categoria dirigenziale nell’ambito della struttura organizzativa dell’impresa italiana.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *