Home / #unamarinadilibri / Una marina di libri: il programma di oggi
DSC_0030 copia

Una marina di libri: il programma di oggi

La terza giornata prosegue nel solco di “Educare o insegnare?” Entrambi i temi saranno dibattuti, con attenzione alle lingue e alle arti. La giornata di sabato 10 giugno alle 10 inizia con un seminario dedicato a Lettera a una professoressa di Don Milani a 50 anni dalla sua pubblicazione per proseguire con il workshop “Tutto può insegnare, ma cosa educa veramente?” con   Cristina Alga, Amico Dolci e Cristian Inguglia, un laboratorio di calligrafia araba e di musica. Alle 11 primo appuntamento con l’edicola, la lettura di quotidiani e riviste di settore e  la presentazione del libro “Calendario civile. Per una memoria laica, popolare e democratica degli italiani” a cura di Alessandro Portelli (Donzelli Editore) con Salvatore Lupo e Vanessa Roghi: la proposta di un «Calendario civile», parallelo a quello religioso, scandito da 22 date celebrative di passaggi cruciali della nostra storia democratica e della nostra tradizione repubblicana. Alle 12 una importante lectio magistralis  con il sociologo Franco Garelli “Educare oggi si può? La questione dei valori al tempo delle generazioni dell’era virtuale” che poi presenterà il suo libro alle 18.

L’ottava edizione di Una marina di libri, intitolata a Vito Parrinello, patron del Ditirammu prevede tantissimi appuntamenti legati al tema dell’educazione. Il festival dell’editoria indipendente, promosso dal CCN Piazza Marina & Dintorni in collaborazione con le case editrici Navarra e Sellerio animerà fino a domenica i viali dell’Orto botanico di Palermo con 250 eventi in programma (50 dedicati ai bambini) tra presentazioni, letture, laboratori e spettacoli per adulti e bambini grazie a 90 editori indipendenti nazionali e locali (20 le new entry).

Il giardino letterario di 11 ettari accoglie i visitatori in collaborazione con Associazione Accessibilis perché quest’anno Un marina di libri diventa il primo festival letterario accessibile del Sud Italia con servizi per la comunicazione e la mobilità alle persone con disabilità motorie, cognitive e sensoriali. In particolare, durante i principali eventi la comunicazione sarà resa accessibile alle persone sorde attraverso l’interpretazione simultanea in LIS (lingua dei segni italiana) e la sottotitolazione intralinguistica automatica in italiano tramite un software di riconoscimento del parlato (ASR, automatic speech recognition) con proiezione dell’interprete e dei sottotitoli sia in sala che in streaming, e alle persone cieche attraverso l’integrazione delle parti non parlate con un’audiodescrizione in diretta.

Tantissimi gli appuntamenti del pomeriggio che iniziano alle 16 con la presentazione e proiezione di “Il bambino che amava la luna” di Rino Alaimo  a seguire laboratorio creativo a cura di Libreria Dudi e il laboratorio di “La pasticceria della felicità” con l’illustratrice Monica Saladino. Alle 17 Il Camilleri Fans Club festeggia i suoi vent’anni di attività e rivolge un invito a tutti gli appassionati dell’arte narrativa di Andrea Camilleri. Numerosi gli aneddoti e le curiosità che verranno condivisi con il pubblico, e dulcis in fundo… una piccola sorpresa speciale. Intervengono: Giovanni Caprara, Beppe Di Gregorio (Direttore del CFC), Filippo Lupo (Presidente del CFC), Giuseppe Marci, Santo Piazzese, Gaetano Savatteri e Pau Vidal. Alle 17 Eleonora Lombardo presenta “Un’invincibile estate”  di Filippo Nicosia (Giunti) mentre Giada Lo Porto “Consigli pratici per uccidere mia suocera” di Giulio Perrone (Rizzoli). Alle 18 una sfida di traduzione che consente al pubblico di curiosare dentro l’officina del traduttore: “Translation Slam: alle prese con Charles Dickens” Sfidanti: Rosalia Coci e Isabella Zani. Moderano: Alfonso Geraci e Barbara Teresi, letture di Deborah Halliday

Un incontro sulla didattica della lingua italiana, su cui riflettono i relatori in virtù del loro ruolo di insegnanti, studiosi e curatori editoriali, a partire dall’Appello dei 600, firmato principalmente da linguisti, storici e filosofi e presentato al MIUR e al Governo, chiedendo un intervento per risolvere le carenze linguistiche dei giovani italiani è previsto alle 18 con Matteo Di Gesù, Giusi Marchetta, Simone Giusti , Vanessa Roghi e Clotilde Bertoni. Giorgio Vasta presenta  “Il Brady” di Jacques Thorens  , Michele Cometa “Perché le storie ci aiutano a vivere. La letteratura necessaria”, mentre alle 19 in Sala Lanza Adriana Falsone presenta  “Il tuo nome è una promessa” di Anilda Ibrahimi (Einaudi). Al Gymnasium tocca a Letteratitudine. Letture, scritture e metanarrazioni. Vol.3” di  Massimo Maugeri  che celebra le attività culturali e letterarie del noto blog Letteratitudine, a dieci anni dalla sua nascita mentre Giuseppe Barbera e Manlio Speciale racconteranno  il resoconto di un’esperienza botanica di Jules Verne, “Troppi fiori” un’opera realizzata in un’edizione numerata su carta di pregio (Henry Beyle). Alle 19 “Gli intoccabili” di Valerio La Martire (Marsilio) introdotto da Francesco Nuccio a cura di Medici Senza Frontiere mentre per Gli scrittori che ci mancano – Omaggio a Carlo Collodi con  Luciano Curreri, Matteo Di Gesù e Gianfranco Marrone. Sempre alle 19 ma sul palco Felice Cavallaro terrà un incontro  sulla Sicilia che cambia parlando di   “La Sicilia che non c’è” di Salvatore Butera e “Non c’è più la Sicilia di una volta” di Gaetano Savatteri (Laterza).

Ancora la serata prosegue con “Un grande scrittore siciliano. Luigi Natoli: l’inventore dei Beati Paoli” di Gabriello Montemagno (Sellerio) introdotto da  Piero Melati e Gaetano Savatteri e con il premio Strega 2013 Walter Siti che presenta  Bruciare tutto”  (Rizzoli)  un romanzo che stordisce e lascia nudi di fronte al dolore e alle domande sul senso profondo della fede e del tempo che viviamo. Alle 21 Marco Lillo presenta Di padre in figlio. Le carte inedite sul caso Consip e il familismo renziano”  intervistato da  Rino Cascio mentre Davide Enia metterà in scena il suo romanzo corale “Appunti per un naufragio”.

Alle 22 sono previsti i reading Tutta un’altra storia di Alessandro Gallo (Navarra Editore) e  “Menu Reading: racconti alla carta” di e con Carlo Sperduti  mentre in Serra Carolina ci sarà  il concerto “Ecuba | Ifigenia / Ambienti” con Marco Betta e Giovanni Di Giandomenico, pianoforte, pianoforte preparato e live electronics a cura di Almendra Music.

Tutti gli eventi sono gratuiti ma l’ingresso alla manifestazione è soggetto a un contributo simbolico che andrà all’Università degli Studi di Palermo per il sostegno e la tutela dell’Orto botanico che ospita la manifestazione: singolo ingresso giornaliero 3€, il ridotto 2€ (12-18 e over 65), il cumulativo per le 4 giornate 5€. I bambini (0 – 12 anni), gli universitari dell’ateneo palermitano, le scolaresche, i giornalisti e i professionisti accreditati entreranno gratuitamente.

Insieme al contributo d’ingresso verrà rilasciato a ogni visitatore un coupon che dà la possibilità di usufruire di uno sconto di 3€ sull’acquisto di libri presso gli stand degli editori, per una spesa minima di 15€. Lo sconto non potrà essere cumulabile con altre iniziative promozionali degli editori (sconti, riduzioni, omaggi).

Riguardo Gaia Butticè

Gaia Butticè
Nata ad Agrigento il 12/03/1991, vivo tra Favara e Palermo. Ho una laurea in Lettere e sono al momento iscritta al secondo anno di Filologia moderna e italianistica

Leggi anche

19074881_10211092635929228_408521584_o

“Bianco Tenebra. Giacomo Serpotta, il giorno e la notte” di Luca Scarlini

In occasione di Una Marina di Libri, Luca Scarlini presenta il suo libro dedicato a Giacomo Serpotta, edito da Sellerio. La presentazione è stata un'orazione piena di curiosità e di spunti di riflessione sulla unicità della produzione serpottiana e un invito alla comunità siciliana a promuovere la più alta tutela delle opere dello stuccatore. Con queste premesse impossibile perdere il libro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *