Home / #Mondo / Manifesta 12, in arrivo a Palermo la biennale itinerante
manifesta PALERMO

Manifesta 12, in arrivo a Palermo la biennale itinerante

Con il 2018 arriverà anche “Manifesta 12”, la biennale nomade europea che si svolgerà a Palermo dal 16 giugno al 4 novembre 2018.

L’evento arrivato al la sua dodicesima edizione è finalizzato alla presentazione e alla produzione di un’esperienza artistica moderna, sperimentale ed emergente. “Manifesta” è, infatti, l’unica biennale itinerante di arte e cultura contemporanea al mondo e, nelle sue undici edizioni precedenti, si è sempre distinta per l’impegno politico e sociale. Palermo, in questo particolare momento storico, centro del Mediterraneo caratterizzato da secoli dall’attraversamento di popoli e genti, è la città ideale per ospitare un evento di questa portata, che da sempre si pone come principale obiettivo quello di decodificare le trasformazioni e i cambiamenti d’Europa.

In particolare, il progetto curatoriale della dodicesima edizione, si chiamerà “Il Giardino Planetario. Coltivare la coesistenza”, che intende esplorare il significato della parola “coesistenza”, all’interno di un grande laboratorio sperimentale rappresentato dal capoluogo siciliano, nel quale sarà possibile riflettere su  processi ambientali e diseguaglianze che aumentano in un mondo mosso da intelligenze artificiali e algoritmiche, interessi privati, reti informative invisibili.

Il riferimento al “giardino” richiama, invece, il luogo in cui avviene la coesistenza, l’aggregazione e l’integrazione di forme di vita che si mescolano e si adattano per convivere. Ispirandosi a questi concetti, l’evento cercherà di esplorare le capacità di aggregare le differenze e generare vita da tutti i movimenti e flussi migratori. Fonte principale di ispirazione per quest’idea è stato l’Orto Botanico di Palermo, che ospiterà una delle quattro sezioni principali di “Manifesta 12”, “Garden of Flows”, dedicata alla vita delle piante, alla loro tossicità, alla cultura del giardinaggio in prospettiva globale.

I visitatori avranno, inoltre, la possibilità di godere di un percorso accessibile e percorribile che può essere completato in poche ore e in luoghi predisposti o avventurarsi nella città per esplorare alcuni dei progetti in modo molto approfondito, in particolar modo quelli localizzati in quartieri periferici, volti a creare un reale impatto anche dopo la fine della biennale.

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Check Also

Giornata contro la violenza sulle donne: un pomeriggio solidale in via Ruggero Settimo

In occasione della giornata contro la violenza sulle donne, l’associazione AIDA (Associazione Italiana Donne Amiche) è scesa in piazza, sabato 24 novembre, per un momento di riflessione su un tema che in Italia continua ad essere molto sentito a causa dei fatti che accadono quotidianamente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *