Home / #Ambiente / L’orto Botanico diventa più grande
tratta da http://www.giardini-mondo.it/
tratta da http://www.giardini-mondo.it/

L’orto Botanico diventa più grande

Nel corso di una conferenza stampa, a cui hanno preso parte il rettore Fabrizio Micari, la direttrice dell’Orto Botanico Cristina Maria Salmeri, il sindaco Leoluca Orlando, il regionale manager Sicilia di Unicredit Sebastiano Musso e il suo predecessore Gianni Chelo,  è stato annunciato che l’Unicredit banca dona tredicimila metri quadri di terreno da aggiungere ai già 10.000 ettari dell’Orto Botanico di Palermo.

Il terreno, che si estende da via Tiro a Segno al fiume Oreto, permetterà al giardino scientifico di via Lincoln di mettere in atto un progetto di ampliamento che era stato presentato dai botanici palermitani nel 1982.
“L’Orto Botanico è un fiore all’occhiello dell’Università – ha detto il rettore Fabrizio Micari – e non possiamo che accogliere con gioia e riconoscenza questa donazione.  La carenza di finanziamenti fa sì che non tutto quello che si vorrebbe fare è possibile ma questo deve stimolare la progettualità anche a livello nazionale ed europeo, attingendo anche ad altri fondi”.

L’idea per i nuovi spazi è quella di puntare a un allargamento delle collezioni ma anche alla creazione di aree per gli studenti. E il progetto prevede anche la realizzazione di una passerella di collegamento fra l’Orto Botanico e il nuovo terreno.

“L’obiettivo – ha aggiunto Gianni Chelo, regional manager Sicilia di Unicredit fino al 2015 – è quello di dare una mano a una città che vuole diventare più bella, più vivibile, più a misura d’uomo e noi, nel nostro piccolo, facciamo una donazione che permette di ampliare del 10% l’area dell’Orto Botanico”.

Riguardo Mariagemma Pecoraro

Mariagemma Pecoraro
Di Favara (AG), rappresentante al consiglio di corso di studi di Scienze della Formazione Primaria, speaker radiofonica.

Leggi anche

Mother breastfeeding child

Allattare, le ragioni spiegate alle giovani donne in 60 secondi

Il latte materno non è solamente il miglior alimento possibile per ogni neonato, ma è …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *