Home / #Mondo / Inarrestabile Netflix

Inarrestabile Netflix

Con oltre 75 milioni di abbonati, è diventata una super-potenza dell’entertainment globale.

Netflix, o, in altre parole, una televisione on demand planetaria, raggiungibile ovunque, con un suo palinsesto (non soggetto a orari o a pubblicità) e un suo listino originale di serie tv e film.

Ma qual è il segreto del successo?

Netflix è nata come un’azienda di noleggio di videogiochi e DVD, consegna a domicilio e un approccio – “ti diciamo quali sono i tuoi film preferiti” – nuovo e originale. Nel giro di pochi anni, però, è diventata un colosso dell’entertainment. E tutto per merito di due fattori: Reed Hastings, il presidente e CEO della società, e la sua strategia comunicativa e produttiva.

Ha creato una delle serie tv più amate e seguite di sempre, House Of Cards. E, non contenta, ha raccontato per la prima volta, in un modo totalmente nuovo, le donne (Orange is the new black), ha ridato dignità ai personaggi dei fumetti (Daredevil e Jessica Jones), e ha provato a fare dell’intrattenimento di qualità il suo scopo principale.

E, alla fine, che siate oppure no abbonati, che vi piaccia o meno la sua offerta, ci è riuscita. Lo dicono i numeri: 1,82 miliardi di dollari di ricavi, il 23% in più rispetto ai 1,49 miliardi del 2014 e 75 milioni di abbonati in tutto il mondo.

E ora è disponibile in (quasi) tutto il mondo.

La lunga attesa è stata, infatti, finalmente ripagata: un minuto dopo la mezzanotte, tra il 21 e il 22 ottobre, Netflix è arrivato anche in Italia col suo catalogo digitale di serie tv, film e documentari.

Ecco allora tutto quello che c’è sapere per entrare a farne parte.

Per iscriversi basta andare su www.netflix.com , cliccare sul grande bottone rosso con la dicitura ‘Inizia il tuo mese gratuito’ e utilizzare una mail e una password per creare il proprio account.

Netflix è visibile sia da Mac e da Pc attraverso qualsiasi browser, raggiungendo il sito www.netflix.com, sia da smartphone e tablet, che siano iOS, Android o Windows Phone, tramite l’app di Netflix.

Il primo mese è gratuito, per tutti. Ma gli abbonamenti mensili a disposizione sono di tre tipi, ognuno adatto alle necessità di un tipo di cliente diverso e tutti senza vincoli contrattuali.

Con l’abbonamento base (7,99 euro/mese), i contenuti saranno disponibili in qualità standard (non in alta definizione) e visibili solamente su un dispositivo alla volta.

Dunque, se ad utilizzare il servizio è una sola persona, ad esempio solo sullo smartphone, allora questo abbonamento è perfetto per voi.

Tuttavia, l’abbonamento standard (9,99 euro/mese) è forse la scelta migliore, perché permette la visualizzazione dei contenuti in formato FullHD e, tra l’altro, saranno visibili su due dispositivi contemporaneamente. Così se una persona vuole guardare una serie tv e l’altra preferisce un thriller, non si creeranno problemi perché lo si può fare utilizzando lo stesso account.

L’ultima opzione è data dall’abbonamento premium (11,99 euro/mese): con lo streaming in qualità UltraHD è l’abbonamento ideale per chi ha già un televisore 4K oppure una famiglia numerosa, visto che col taglio Premium si possono utilizzare contemporaneamente ben 4 dispositivi diversi.

Nel caso in cui si voglia passare la visione del programma dallo smartphone al pc e viceversa, sappiate che questa funzione è già integrata all’interno di Netflix: scorrendo nella schermata principale comparirà sempre una sezione chiamata ‘Continua a guardare’, dove ci saranno tutti i contenuti lasciati a metà. Basterà quindi un clic per riprendere la visione proprio dal punto in cui la si era interrotta.

Tuttavia, a differenza di altri servizi concorrenti, come Infinity di Mediaset, Netflix non consente il download dei contenuti per la visione offline: per guardare film o serie tv sarà sempre e comunque necessaria una connessione a internet.

Per sottoscrivere l’abbonamento e ottenere il mese di prova gratuito, bisogna fornire un metodo di pagamento valido. La scelta è tra la classica carta di credito (Visa, Mastercard, American Express) oppure un account Paypal. Mentre per i clienti Tim dotati di set-top-box TimVision oppure per quelli Vodafone, grazie a un accordo con Netflix sarà possibile addebitare i costi del servizio direttamente in bolletta.

Se invece avete cambiato idea, annullare l’abbonamento è altrettanto facile: basterà collegarsi al sito www.netflix.com, effettuare l’accesso col proprio account, cliccare sul proprio nome in alto a destra, scegliere l’opzione ‘Il tuo account’ e poi cliccare sul tasto ‘disdici il tuo abbonamento’.

Sarà dunque questo servizio streaming a decretare la fine della televisione? La fortuna di Netflix è merito di un approccio nuovo all’intrattenimento; non è, infatti, da considerarsi come l’altra faccia della tv, come il nemico giurato di vecchi programmi e palinsesti. È, piuttosto, un incentivo. Per il mercato italiano, è un nuovo concorrente, qualcuno che ti spinga a fare meglio. Oppure un nuovo socio in affari: Rai e Cattleya hanno già stretto accordi per girare Suburra, la prima serie tv italiana.

Netflix, insomma, non è soltanto un rivale; è anche un’alternativa. È un’idea, soprattutto. L’idea di puntare sul digitale, sull’on demand, sul pubblico e i suoi gusti.

Riguardo Elisabetta Lucia Medaglia

Elisabetta Lucia Medaglia
29 anni, di Palermo, ho conseguito la Laurea Magistrale in Giurisprudenza nel 2014, mi sono abilitata prima come giornalista pubblicista e, in seguito, come Perito Grafologo Professionista , e sono cultore di Filosofia del Diritto presso l'università LUMSA di Palermo .

Leggi anche

Associazione degli Studenti Stranieri in Sicilia

Sicily Foreign Students: una grande famiglia multiculturale

Sicily Foreign Students è un’associazione di volontariato, nata nel 2010, che mira a fornire un supporto concreto ai sempre più numerosi studenti stranieri che ogni anno vengono a studiare all’Università degli Studi di Palermo, appoggiandoli durante il loro percorso di studi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *