Home / #OltreUnipa / LILA, campagna a favore del test rapido per l’AIDS
Immagine tratta da lila.it
Immagine tratta da lila.it

LILA, campagna a favore del test rapido per l’AIDS

<<Essere positivi non è la fine del mondo. Se c’è chi ti aiuta>>.

Foto tratta da lila.it
Foto tratta da lila.it

A lanciare l’appello è la cantante Nina Zilli, testimonial della nuova campagna <<Fatti un regalo, fai il test!>> di LILA Onlus – Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids. Lo scopo è quello di promuovere la conoscenza e la diffusione deltest rapido salivare per l’HIV che consente una diagnosi tempestiva e la cura, oltre che consigliare l’adozione di comportamenti corretti per prevenire la trasmissione ad altri. Fino al6 dicembre sarà, quindi, possibile sostenere la campagna per il test gratuito di LILA attraverso l’SMS solidale al 45504.
Sono ancora troppe in Italia le persone che sconoscono l’esistenza dei test rapidi, condotti sia su sangue che su saliva, che permettono di conoscerne l’esito nel giro di poche decine di minuti, a fronte dei giorni necessari, invece, per ricevere il risultato di un test ematico nei centri clinici.
Non sapere di aver contratto il virus costituisce un duplice rischio, per sè stessi, perché si giunge tardi alle terapie antiretrovirali, e per gli altri, perché si può contribuire a diffondere il contagio. Diagnosticare l’infezione in fase precoce è quindi fondamentale.
Aver contratto l’HIV e non esserne a conoscenza è più frequente di quanto si pensi. Si stima che in Italia a esserne inconsapevoli siano dal 13 al 40% in più delle oltre 94.000 persone già accertate, per un totale di 100-150mila casi segnalati dall’Istituto Superiore di Sanità. Un dato che va di pari passo con quello secondo cui in Italia oltre il 50% delle persone scopre di avere contratto l’HIV in una fase molto avanzata dell’infezione.
La LILA, con i fondi raccolti, realizzerà una specifica campagna di informazione a livello nazionale, renderà disponibile il test rapido salivare presso le proprie sedi locali con il supporto di équipe multidisciplinari di medici e operatori esperti nel counselling e formerà il personale sulle procedure di somministrazione, in modo tale che possa essere effettuato anche in contesti non convenzionali e in orario serale o durante il week-end. Infine, metterà a disposizione linee telefoniche dedicate alla consulenza sui comportamenti a rischio e al counselling pre-test, oltre che una sezione speciale con indicazioni dei centri di screening sulsito LILA e sui siti locali.

 

 

Riguardo Giorgia La Marca

Leggi anche

Immagine tratta dal sito dell'ORF, radiotelevisione austriaca 
https://wien.orf.at/news/stories/2584050/

Vienna, Lange Nacht der Kirchen

Lo scenario della città metropolitana di Vienna, non manca di sorprendere con eventi che riescono …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *