Home / #Mondo / L’Erasmus compie 30 anni
erasmus

L’Erasmus compie 30 anni

L’Erasmus, programma di mobilità studentesca e di apprendimento formale, non formale e informale, quest’anno fa il compleanno. Trent’anni di scambi e confronti interuniversitari. Un’esperienza completa e a volte radicale che porta gli studenti a confrontarsi in contesti culturali differenti dal proprio, imparare una lingua e in linea generale contribuire a creare la più grande comunità studentesca europea in grado di convivere nella multiculturalità, non legata solo al conseguimento di una laurea.

Ci sono due italiani dietro la creazione dell’Erasmus, Sofia Corradi e Domenico Lenarduzzi, nato nel 1987 e che in trent’anni ha visto la mobilitazione di tre milioni e mezzo di studenti e insegnanti in formazione professionale. Infatti, l’Erasmus oggi non è più solo universitario ma prevede anche la collaborazione tra le scuole e tirocini in azienda.

Erasmus significa assimilare in un tempo limitato un nuovo stile di vita che si protrarrà nel tempo, la cultura Erasmus è caratterizzata da autonomia, apertura, curiosità nel creare nuove relazioni che siano amorose, di amicizia o di lavoro. Molti ex studenti Erasmus infatti oggi vivono in quella città nuova che li ha ospitati, hanno un figlio dal fidanzato conosciuto in quel periodo o hanno trovato lavoro grazie a questa esperienza di istruzione e formazione.

Un respiro internazionale che Erasmus consente di sentire e che da esperienza di sviluppo personale si trasforma in esperienza condivisa.

Riguardo Ylenia Nasti

Ylenia Nasti
Laureata all’Università di Palermo. Amo i libri, i paesaggi e la cucina siciliana

Leggi anche

intercultura

Intercultura, è online il bando per studiare all’estero

È online il nuovo bando di concorso Intercultura, per i programmi all’estero 2020/2021. Sul sito …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *