Home / #IoDicoLaMia / L’era dello streaming multimediale, utilità e sviluppo
mac-459196_1280

L’era dello streaming multimediale, utilità e sviluppo

Il termine “streaming” significa, letteralmente, “fluente” e abbinato all’ambito di rete telematica possiamo considerarlo come un flusso multimediale di informazioni, inviate in tempo reale per mezzo di una semplice connessione internet.

Ciò fa inferire che chiunque può utilizzare questo potente mezzo di trasmissione di massa, tramite i vari software e i siti che ne permettono l’uso. Due le funzioni primarie: acquisire informazioni o riceverle.

Chi va in diretta usando lo streaming online ha di fatto un pubblico che assiste in tempo reale alla trasmissione. In quest’era, però, lo streaming si è evoluto diventando non solo un mezzo per trasmettere informazioni importanti ma anche una piattaforma economica in continua crescita.

Uno dei servizi più conosciuti fra i giovani è Netflix , una società che si occupa della distribuzione di film e serie televisive, tramite internet, dall’inizio del 2016 e che ha reso disponibile il suo utilizzo in oltre 160 paesi, al costo di un abbonamento mensile che vantava 93,8 milioni di abbonati e 8.3 miliardi di ricavi, già nella fine dello stesso anno. In breve tempo Netflix si è, infatti, aggiudicato il posto di leader mondiale nei servizi On Demand che sfruttano la tecnologia dello streaming.

Molte società, come anche Amazon, hanno adottato lo stesso criterio di diffusione telematica usato da Netflix. Gli attuali Social Network permettono ora di andare in diretta ed effettuare una sessione in streaming, anche da uno smartphone. Con il tempo, non solo questo servizio ha conquistato l’attenzione delle imprese e delle società ma anche quella dei giovani che hanno la grande possibilità di trasmettere in streaming, tramite YouTube, Twitch e altri servizi simili che permettono loro di guadagnare ingenti somme di denaro. Tutto ciò avviene tramite l’affiliazione a servizi pubblicitari che spesso introducono dei banner prima o durante la diretta online. È possibile, dunque, avere un ricavo proporzionale al numero di visualizzazioni ottenute, trasmettendo semplicemente le proprie passioni.

games-2453777_1280

Abbiamo, per esempio, chi guadagna riprendendosi mentre gioca ai VideoGames e intrattenendo il proprio pubblico, o chi documenta in tempo reale dei viaggi all’estero e diffonde usi e costumi dei luoghi visitati.

Tutto è possibile con l’utilizzo di internet e lo streaming è la finestra definitiva che si affaccia al successo e favorisce la distribuzione di informazioni e servizi. Come Netflix aveva rivoluzionato il mondo del cinema e delle serie TV, a breve verrà resa disponibile all’uso una piattaforma digitale relativa ai VideoGames che permette di giocare ad essi senza dover necessariamente acquistare una costosa console (piattaforma fisica che permette di giocare ai videogiochi). Il servizio in questione si chiama “Stadia” ed è stato ideato dal colosso Google e presentato al Game Developers Conference il 19 marzo 2019. Verrà messo in commercio dalla seconda metà del 2019 e chiunque potrà giocare a qualsiasi titolo reso disponibile, semplicemente servendosi di una connessione ad internet e di uno smartphone o di un tablet in grado di collegarsi in rete. Tra le principali caratteristiche vi è quella di riprodurre i giochi in 4K, la possibilità di giocare dal browser Google Chrome e l’integrazione con YouTube. Per altre novità sul servizio “Stadia” vi invito a visitare la pagina ufficiale tramite il link presente in basso. Tutti gli esempi elencati in questo articolo sono soltanto una variante di quello che l’uomo è in grado di ottenere per mezzo dello streaming e non possiamo che aspettarci un futuro sempre più prosperoso di innovazioni e originalità nell’utilizzo di questo straordinario servizio.

 

FONTI:

 

Stadia: https://store.google.com/it/category/stadia

Riguardo Andrea Mirabile

Andrea Mirabile
Nato a Salemi. Studente di Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università degli studi di Palermo.

Leggi anche

giovani delegati al lavoro durante il seminario

Le testimonianze dei giovani delegati da tutto il mondo al Seminario di Palermo

Giornate intense per i 115 giovani venuti da ogni parte del mondo per partecipare al Seminario promosso dal Consiglio …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *