Home / #ErsuCultura / Le vie dei tesori: continuano i week end alla scoperta di Palermo e dintorni
img: leviedeitesori.com

Le vie dei tesori: continuano i week end alla scoperta di Palermo e dintorni

La manifestazione Le vie dei tesori festeggia il suo decennale e lo fa aprendo le porte della città di Palermo attraverso visite, passeggiate, concerti, talk, itinerari, laboratori per bambini e molto altro. Tante le novità per i visitatori che fino al 30 ottobre potranno godere delle bellezze del panorama artistico e culturale di Palermo e dintorni. Tra palazzi aristocratici, ville, teatri, chiese, cripte e oratori, sono 92 i luoghi visitabili quest’anno, contro i 60 dell’edizione precedente. Saranno 120 invece, le passeggiate urbane e naturalistiche condotte da storici, giornalisti e botanici che metteranno a disposizione le loro conoscenze e competenze a favore della manifestazione.
Il successo di questa iniziativa si riconferma ad ogni edizione. Infatti, la grande partecipazione di cittadini e turisti già registrata nei primi week end di ottobre, ha mostrato anche quest’anno l’ interesse, di palermitani e non, verso la riscoperta di tesori affascinanti e spesso sconosciuti a chi vive la città ogni giorno.
Protagonisti di quest’ edizione 30 luoghi inediti: Villa Bordonaro, Villino Ida, Villa Pottino di via Notarbartolo, Palazzo Zingone-Trabia, il rifugio antiaereo della Seconda guerra mondiale sotto piazza Pretoria, il Museo Salinas, la Gipsoteca di Palazzo Ziino, la cappella di Maria Santissima della Soledad, la chiesa inferiore della Cappella Palatina, un tesoro sconosciuto che si trova all’interno del celebre sito Unesco. E ancora la Chiesa e la Cripta di San Matteo, la Chiesa dell’Assunta, la casa degli orfani di padre Messina e tanti altri.
Quest’anno, inoltre, la chiesa di Santa Caterina e la chiesa della Pinta, chiuse da anni, riapriranno eccezionalmente le loro porte per ospitare di nuovo visitatori pronti a fruire della loro bellezza. La prima, sita in piazza Bellini, sarà aperta ogni venerdì, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 17.30. La seconda, invece, sita in piazza della Pinta, si potrà visitare ogni sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 17.30.
E’ possibile, inoltre, prendere parte ad itinerari suddivisi per tema che racchiudono nel loro percorso più posti da visitare: Palermo del Liberty, Palermo dall’alto, Palermo dei misteri, Palermo di scienza e natura, Palermo sulle tracce degli ebrei e tanti altri.
Altra novità di quest’anno è l’app del festival. Scaricabile gratuitamente e pensata soprattutto per i turisti, possiede le descrizioni dei luoghi in inglese e in francese.
Per visitare i luoghi d’interesse, basta accedere al sito del festival dove è possibile acquistare i vari coupon. Quelli da 10 euro danno diritto a 10 visite, quelli da 5 euro4 ingressi ed, infine, i coupon da 2 euro consentono una visita singola. Sui luoghi saranno vendibili esclusivamente biglietti validi per un solo accesso.
Ma le novità non finisco qui, infatti,  in collaborazione con il corso di laurea in Scienze e tecnologie agro-alimentari dell’Università di Palermo, ogni venerdì di ottobre alle ore 18.00 presso il Mercato San Lorenzo si svolgeranno degli incontri dedicati ad alcuni prodotti alimentari in cui interverranno docenti accademici e produttori locali, alla fine seguiranno delle degustazioni.
Con l’ultimo week end di ottobre la manifestazione si concluderà in bellezza con la notte bianca nei luoghi dell’Unesco in cui saranno accessibili i 9 siti dell’itinerario arabo-normanno riconosciuti nel 2015 come patrimonio dell’umanità. Si tratta di Palazzo Reale, della Cappella Palatina, della chiesa di San Giovanni degli Eremiti, della chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio. E poi ancora, la chiesa di San Cataldo, la Cattedrale, la Zisa, il Ponte dell’Ammiraglio, la Cattedrale di Cefalù e la Cattedrale di Monreale. I 7 luoghi siti a Palermo saranno aperti venerdì 28 ottobre dalle ore 20.00 alle 24.00, invece, la Cattedrale di Monreale sarà accessibile sabato 29 dalle 20.00 alle 24.00. Infine, la Cattedrale di Cefalù aprirà domenica 30 dalle 17 alle 21.
In occasione della Notte bianca, l’ingresso, comprendente la visita guidata, sarà gratuito.
Inoltre, venerdì 28 ottobre alle 21,15 il palco del Teatro Massimo di Palermo vedrà esibirsi la splendida voce di Antonella Ruggiero.
Per scoprire la lista completa dei monumenti che aderiscono all’iniziativa occorre visitare il sito di Le vie dei tesoriPer maggiori notizie sul festival, invece, è possibile chiamare il centro informazioni della manifestazione, aperto ogni giorno dalle ore 10.00 alle 18.00 al numero 091. 8420062.

Riguardo Giorgia La Marca

Leggi anche

Foto Landi Sacco

Prometeo, il mito del Fuoco. Appuntamento al Teatro Antico di Segesta domenica 1 settembre

La performance “Prometeo, il mito del Fuoco” in scena al Teatro Antico di Segesta. Per la manifestazione “Dionisiache - Calatafimi Segesta Festival”. Domenica 1 settembre ore 19.45

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *