Home / #Ambiente / Le spiagge più belle della Sicilia
Tonnara di Scopello

Le spiagge più belle della Sicilia

Con quasi 7500 chilometri di costa, il “Bel Paese” è al 15° posto al mondo per estensione costiera e appena sotto il podio, al 4° posto in Europa, dopo Norvegia, Grecia e Gran Bretagna.

Il nostro paese può vantare le più belle spiagge al mondo: cale e insenature straordinarie, baie solitarie, lunghi tratti di sabbia finissima e poi l’immancabile mare cristallino.

Skyscanner, un importante motore di ricerca viaggi, anche quest’anno ha stilato una classifica delle spiagge più belle d’Italia. Tra le 15 spiagge selezionate ve ne sono anche due siciliane: la Scala dei Turchi di Realmonte (Agrigento) e San Vito lo Capo (Trapani).

Scala dei Turchi - Realmonte
Scala dei Turchi – Realmonte

 

La magnifica falesia di marna della Scala dei Turchi, lavorata e levigata continuamente dal vento e dal mare, deve il suo nome alle passate incursioni di pirateria da parte dei saraceni. Imponente e allo stesso tempo sinuosa, durante il giorno risplende di un bianco candido, invece, al tramonto si colora di un arancio ambrato. Indubbiamente questa bianchissima “scala” può vantare del migliore architetto al mondo: la natura stessa.

San Vito Lo Capo
San Vito Lo Capo

 

Il comune di San Vito Lo Capo risplende per la sua magnifica spiaggia posizionata a ridosso del Monte Monaco, imponente e protettivo. La cittadina dalla bellezza disarmante è racchiusa in uno scrigno di vegetazione mediterranea: una lunga distesa sabbiosa bianchissima e soffice, il mare turchese e limpido e le tradizioni marinare vivissime, rendono il tutto un mix perfetto tra relax e romanticismo.

E’ bene sottolineare però come Skyscanner nelle sue classifiche precedenti (2014 e 2015) avesse inserito nella “top ten” anche altre quattro spiagge siciliane: la riserva naturale dello Zingaro (  Trapani), L’Isola Bella di Taormina, Isola dei Conigli di Lampedusa, Cala Rossa di Favignana.

Riserva naturale orientata dello Zingaro
Riserva naturale orientata dello Zingaro

 

La Riserva Naturale Orientata dello Zingaro, si estende lungo 7 km di costa e quasi 1.700 ettari di natura incontaminata, tra le località di Castellammare e Scopello.

E’ la prima riserva naturale della Sicilia istituita ufficialmente con la legge regionale 98/1981; tale riconoscimento, frutto di svariate iniziative del mondo ambientalista, culminate con una marcia di protesta, ha impedito la realizzazione della litoranea Scopello-San Vito Lo Capo, consentendoci oggi di poter godere di questo meraviglioso paradiso terrestre.

L’iter per raggiungere il mare limpidissimo è qualcosa di magico e suggestivo: un’immersione completa nella natura più profonda; un cammino tra la verdeggiante macchia mediterranea e i pendii rocciosi con terrazzamenti, il tutto contornato da un meraviglioso sentiero panoramico e la presenza di numerose specie protette.

Poco distante dalla riserva vi sono altri due must indiscussi del golfo di Castellammare: la spiaggia di Cala Capreria e i faraglioni della tonnara di Scopello.

Isola Bella di Taormina
Isola Bella di Taormina

 

A 7 km dalla bellissima Taormina, risplende un’isola conosciuta anche come “la perla del Mediterraneo”. I piccoli sassi bianchi, il verde della macchia mediterranea e l’acqua cristallina fanno da cornice a questo magnifico isolotto che merita sicuramente di essere esplorato. L’area, dichiarata riserva naturale, è molto frequentata dagli amanti dello snorkeling, per la varietà di pesci multicolor.

Isola dei Conigli – Lampedusa

 

L’Isola dei Conigli situata poco distante dalla costa, è di rado unita ad essa attraverso un estemporaneo istmo sabbioso, a cui si deve il nome all’isola: l’area era, infatti, denominata “Rabit Island“, poiché “rabit” in arabo significa collegamento, tuttavia successive cartografie hanno tradotto impropriamente questo toponimo, ricollegandosi al termine inglese. Nel fantastico scenario da cartolina è possibile inoltre avvistare delle simpatiche tartarughe marine. Questa spiaggia è stata anche eletta dagli utenti di TripAdvisor, come la spiaggia più bella al mondo nel 2013, d’Europa e d’Italia nel 2014 e 2015.

Cala Rossa - Favignana
Cala Rossa – Favignana

 

Cala Rossa appartiene alla riserva naturale delle isole Egadi e il nome deriverebbe dal sangue versato dai Cartaginesi, sconfitti dai Romani durante la prima guerra Punica. Il colore dell’acqua ha qualcosa di celestiale e vira tra l’azzurro intenso e un brillante turchino.

Fonte: Skyscanner.it

Classifica 2016

Classifica 2015

Classifica 2014

Riguardo Agostino Ferrara

Agostino Ferrara
Diplomato al liceo scientifico di Alcamo. Studente di Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Palermo. Appassionato di politica e attualità, di scienza e arte e tecnologie informatiche, come anche di modelli economici e finanziari. Collabora con il giornale online "IoStudio" dell'Ersu di Palermo.

Leggi anche

Mother breastfeeding child

Allattare, le ragioni spiegate alle giovani donne in 60 secondi

Il latte materno non è solamente il miglior alimento possibile per ogni neonato, ma è …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *