Home / #OltreUnipa / Le nuove linee del tram: completamento nel 2021
Le nuove linee del tram: completamento nel 2021

Le nuove linee del tram: completamento nel 2021

Sette nuove linee del tram, di cui tre entro luglio 2021, e arriveranno anche in Viale delle Scienze. L’amministrazione Orlando continua a puntare sulla mobilità tranviaria. Insieme alla partecipazione del personale tecnico, del vicesindaco Emilio Arcuri e dell’assessore alla mobilità Giusto Catania, è stato presentato il nuovo progetto lunedì 18 luglio a palazzo delle Aquile. Così il Sindaco Orlando tinge il quadro del futuro della mobilità cittadina urbana.

Le nuove linee del tram: completamento nel 2021

Tre linee di tram  potranno essere completate in anticipo in virtù del Patto per Palermo firmato a Maggio dal presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando. 198 milioni subito operativi che andranno a finanziare interamente le opere pubbliche, consegnando nuovamente la gestione dei tram all’AMAT.

Le tratte interessate saranno: Via Roma, Falsomiele – Bonagia, Università, Villa Tasca, Ospedale Civico, Villa S.Rosalia, Via Libertà, Mondello-Sferracavallo, Porto. Sono queste le principali aree interessate dalla nuova progettazione.Vengono dichiarate prioritarie le nuove tratte A (Balsamo – Croce Rossa) -B (Notarbartolo – Duca della Verdura) – C (Calatafimi – Università – Orleans), mentre per le altre opere è necessario trovare ulteriori fondi nella programmazione europea fino a giungere a quota 657 milioni di euro. A detta dei tecnici, la scelta questa volta è stata di puntare sulle esigenze di mobilità all’interno del centro anziché sul collegamento delle periferie al centro città. Qui le tavole del progetto: http://palermo.mobilita.org/2016/07/18/7-nuove-linee-di-tram-ecco-tutte-le-tavole-di-progetto-e-la-piattaforma-web-sul-dibattito/ . (Si tratta di una versione online di prova).

Le nuove linee del tram: completamento nel 2021

Il piano è stato elaborato dai tecnici degli uffici comunali: entro gennaio 2017 ci sarà il bando di gara per la progettazione, a dicembre 2017 l’affidamento dell’appalto e nel luglio 2021 il completamento delle opere. Escluso l’utilizzo di pali per la corrente elettrica, si opterà per un’alimentazione a batteria o a induzione magnetica.  

L’elemento nuovo di questo percorso di progettazione delle opere pubbliche tranviarie sarà la consultazione pubblica dei cittadini. Da domani, spiega il webmaster di Palermo, sarà possibile registrarsi su una piattaforma digitale, all’interno del sito del comune, e lasciare il proprio commento in merito alle nuove del tram. Tale consultazione durerà 60 giorni. Il vicesindaco Arcuri dichiara che, grazie all’ascolto dei cittadini, verranno apportate tutte le migliorie necessarie; ma il presupposto è che il tram si farà indipendentemente dalle reazioni.

Le nuove linee del tram: completamento nel 2021

Non dovrebbe verificarsi per il momento l’accavallamento tra metropolitana leggera e tram Libertà-Roma, in quanto la realizzazione della prima risulta nell’immediato alquanto problematica. Sarebbe infatti impossibile attingere ai fondi europei poiché quest’ultimi sono vincolati al finanziamento della mobilità dolce, cioè dalla bicicletta al tram.

Le nuove linee del tram: completamento nel 2021

Il sindaco Orlando ha dichiarato: “Continuiamo la rivoluzione della mobilità cittadina, continua la cura del ferro e l’ascolto dei cittadini”. Finita la presentazione, oltre le domande dei giornalisti, è stato il turno  del capogruppo del Partito Democratico al Consiglio Comunale Rosario Filoramo: “Mi interrogo ed invito i consiglieri a chiedersi se la scelta di puntare sul trasporto pubblico di massa e del tram sia quella più utile per la nostra città. Certo, sarebbe facile affermare che per Palermo sarebbe più utile una metropolitana di ultima generazione, sicura, veloce, efficiente, capace di collegare tutti gli angoli della città col centro cittadino. Il piccolo problema è che Palermo è una città difficile da scavare e che le risorse necessarie a realizzarla non riusciremmo a captarle neppure nei prossimi cinquant’anni. La scelta del tram, che ha molti limiti in quanto invasivo e lento, ne ha altri certamente più positivi, per i costi maggiormente sostenibili per la sua realizzazione e consentirebbe di completare, unificandole, le linee già esistenti. L’Amministrazione Comunale non deve accontentarsi di presentare lo studio di fattibilità delle nuove linee tram, ma deve avere una visione urbanistica e conseguentemente trasportistica di tipo metropolitano. Non dobbiamo inoltre commettere l’errore di sprecare risorse pubbliche per le grandi opere, scoprendo poi di non avere il denaro a garantire il contratto di servizio dell’AMAT e quindi il trasporto su gomma”.

Riguardo Giorgio Mineo

Giorgio Mineo
Nato a Palermo, 21 anni, studente di Giurisprudenza. Sono appassionato di giornalismo e politica. Il mio ispiratore è Enrico Berlinguer.

Leggi anche

yasser arafat

A Palermo un lungomare intitolato al premio Nobel per la pace Yasser Arafat

la pace può superare e supera vecchie inimicizie tra i popoli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *