Home / #FLMPa / Le mostre del Festival delle Letterature Migranti
14468439_567310073455467_3260943182076368494_o-660x330

Le mostre del Festival delle Letterature Migranti

Mediterraneità è destino, l’appartenenza a una storia comune da cui più culture e più continenti sono stati legati, stretti in un patto comunicativo che ha stabilito il tessuto della società attuale.

È questo l’affettuoso abbraccio che vuole ricreare la serie di mostre inaugurate in occasione del Festival delle Letterature Migranti. Perché migrazione significa contribuire a dare del proprio a un’altra cultura e partecipare alla società.

2016-10-12-12-32-132016-10-12-12-29-36Opere d’arte, tra cui gioielli, costumi e ceramiche, sono esposte in una mostra allestita a Palazzo Ziino, dal titolo Arte dal Maghreb e dal Mashreq, a cura di Enzo Fiammetta e Fondazione Orestiadi. Al centro, l’arte africana e del Medio Oriente come espressione di culture misconosciute che tradisce un senso comune di appartenenza a una storia conflittuale, in cui dominio e sopraffazione avrebbero voluto annullare quello che rendono esistenti popoli diversi. La mostra è visitabile dal 12 al 31 Ottobre, dal lunedì al sabato, dalle ore 09,00 alle ore 18,00.

Testimonianza e storia presenti alla mostra Lybia, the Captain and me. Sulle tracce del Paziente Inglese di Francesco Fossa al Museo delle Marionette “A. Pasqualino”. Esposte foto in bianco e nero degli anni ’30, di Manfredo Tarabini Castellani a capo della prima Compagnia Auto-sahariana. Foto che sono testimonianze della colonizzazione per opera dell’esercito italiano, che espandeva i propri confini attraverso spedizioni esplorative del territorio libico. L’esposizione resterà aperta al pubblico dal 12 al 31 Ottobre dal lunedì al sabato dalle ore 09,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle ore 18,30.

14716137_1731328320451892_5354492686777290221_n

Anime in Movimento. Video-ritratti di Matilde Gagliardo sarà visitabile al Museo Pasqualino dal 15 al 30 Ottobre, dal lunedì al sabato, dalle ore 09,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle ore 18,30. Storica dell’arte del Rinascimento, Matilde Gagliardo ha fatto del ritratto il suo principale strumento di espressione e descrizione dei soggetti che, senza muoversi, si muovono, in un breve dialogo con l’ambiente e lo spettatore. I video ritratti riprenderanno otto scrittori, nati in luoghi diversi dalla nazionalità che hanno acquisito.

Presente anche una mostra fotografica di Iolanda Carollo, Giuseppe Calafiore, Alberto Gandolfo, Francesco Lo Presti e Giuseppe Tornetta, avente come tema la migrazione, quella allestita all’Associazione Église, in via dei Credenzieri dal titolo Check Point.

Riguardo Ylenia Nasti

Ylenia Nasti
Laureata all’Università di Palermo. Amo i libri, i paesaggi e la cucina siciliana

Leggi anche

Adriano Sofri racconta Kafka al Festival delle Letterature Migranti

Adriano Sofri presenta il suo ultimo libro “Una variazione di Kafka” al Festival delle Letterature Migranti. Durante la terza giornata della manifestazione Davide Camarrone, Direttore artistico dell’evento, dialoga con l’autore allo Steri, ragionando su...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *