Home / #FLMPa / Le mostre del Festival delle Letterature Migranti
14468439_567310073455467_3260943182076368494_o-660x330

Le mostre del Festival delle Letterature Migranti

Mediterraneità è destino, l’appartenenza a una storia comune da cui più culture e più continenti sono stati legati, stretti in un patto comunicativo che ha stabilito il tessuto della società attuale.

È questo l’affettuoso abbraccio che vuole ricreare la serie di mostre inaugurate in occasione del Festival delle Letterature Migranti. Perché migrazione significa contribuire a dare del proprio a un’altra cultura e partecipare alla società.

2016-10-12-12-32-132016-10-12-12-29-36Opere d’arte, tra cui gioielli, costumi e ceramiche, sono esposte in una mostra allestita a Palazzo Ziino, dal titolo Arte dal Maghreb e dal Mashreq, a cura di Enzo Fiammetta e Fondazione Orestiadi. Al centro, l’arte africana e del Medio Oriente come espressione di culture misconosciute che tradisce un senso comune di appartenenza a una storia conflittuale, in cui dominio e sopraffazione avrebbero voluto annullare quello che rendono esistenti popoli diversi. La mostra è visitabile dal 12 al 31 Ottobre, dal lunedì al sabato, dalle ore 09,00 alle ore 18,00.

Testimonianza e storia presenti alla mostra Lybia, the Captain and me. Sulle tracce del Paziente Inglese di Francesco Fossa al Museo delle Marionette “A. Pasqualino”. Esposte foto in bianco e nero degli anni ’30, di Manfredo Tarabini Castellani a capo della prima Compagnia Auto-sahariana. Foto che sono testimonianze della colonizzazione per opera dell’esercito italiano, che espandeva i propri confini attraverso spedizioni esplorative del territorio libico. L’esposizione resterà aperta al pubblico dal 12 al 31 Ottobre dal lunedì al sabato dalle ore 09,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle ore 18,30.

14716137_1731328320451892_5354492686777290221_n

Anime in Movimento. Video-ritratti di Matilde Gagliardo sarà visitabile al Museo Pasqualino dal 15 al 30 Ottobre, dal lunedì al sabato, dalle ore 09,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle ore 18,30. Storica dell’arte del Rinascimento, Matilde Gagliardo ha fatto del ritratto il suo principale strumento di espressione e descrizione dei soggetti che, senza muoversi, si muovono, in un breve dialogo con l’ambiente e lo spettatore. I video ritratti riprenderanno otto scrittori, nati in luoghi diversi dalla nazionalità che hanno acquisito.

Presente anche una mostra fotografica di Iolanda Carollo, Giuseppe Calafiore, Alberto Gandolfo, Francesco Lo Presti e Giuseppe Tornetta, avente come tema la migrazione, quella allestita all’Associazione Église, in via dei Credenzieri dal titolo Check Point.

Riguardo Ylenia Nasti

Ylenia Nasti
Laureata all’Università di Palermo. Amo i libri, i paesaggi e la cucina siciliana

Leggi anche

Festival delle Letterature Migranti: Stefano Allievi presenta il suo libro

“Immigrazione. Cambiare tutto “ è il titolo del libro di Stefano Allievi, presentato allo Steri durante la terza giornata del Festival delle Letterature Migranti. Il sociologo e professore dell’Università di Padova analizza il tema dell’immigrazione cercando di rispondere alle ostilità e alle paure degli altri con ragionevolezza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *