Home / #OltreUnipa / “Le forme dell’anima”, quattordici artisti spagnoli in mostra a Palermo
44750645_1670417326396006_3355135156355596288_n

“Le forme dell’anima”, quattordici artisti spagnoli in mostra a Palermo

E’ stata inaugurata a Palermo, giovedì 25 ottobre presso l’Instituto Cervantes in via dell’Argenteria Nuova 33, la mostra “Le forme dell’anima”, inserita all’interno degli eventi che fanno parte di Palermo Capitale della Cultura 2018. L’installazione è organizzata all’interno degli spazi dell’ex Chiesa di Sant’Eulalia dei Catalani, ospitando cinquanta opere di quattordici artisti spagnoli: Chechu Álava, María Bueno, Soledad Córdoba, Antonio F. Elvira, Santiago Lara, Mireya Martín Larumbe, Vicky Méndiz, Mapi Rivera, José Luis Serzo, Paula Noya, Yolanda Tabanera, SUSO33, Marina Vargas e Juan Zamora.

LE FORME DELL'ANIMA - mapi rivera

Filo conduttore di questa originale mostra, dal grande impatto visivo, è la spiritualità e i diversi modi di comprendere e rappresentare l’anima. Il processo creativo nasce dalla lettura dei testi della scrittrice Santa Teresa de Ávila e dalle conversazioni tra la curatrice Susana Blas e gli artisti. La mostra è divisa in tre aree che rappresentano fasi e momenti della vita umana, in cui convivono spiritualità quotidiana, riti di iniziazione e visioni oniriche, cercando di generare nel visitatore un’esperienza emotiva che si contrappone a risposte intellettualizzate e razionali.

LE FORME DELL'ANIMA - soledad cordoba

“In molti casi – spiega la curatrice Susana Blas – ci troviamo di fronte a creatori eccessivi, che non contengono o non raffreddano le proprie emozioni, quindi non è strano che alcuni di essi siano casi rari nel contesto della loro generazione. La maggior parte parte dall’intuizione e dal corpo, e scopre e costruire durante il processo di lavoro. Teresa de Ávila usava simboli legati alla natura per esprimere le sue visioni. L’acqua, gli alberi, il frutteto e gli uccelli diventano nei suoi scritti metafore dell’esperienza mistica. Questi elementi funzionavano da intermediari, come finzioni di verità eterne difficili da descrivere, quasi ineffabili. Allo stesso modo, gli artisti scelti fuggono dal discorso unico, offrendo opere aperte all’ambiguità creativa”.

LE FORME DELL'ANIMA - vickymendiz2

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente fino all’11 gennaio 2019, dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. Il venerdì dalle 10 alle 12.

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Check Also

Iemest-565x300

Conferenza stampa di presentazione del Progetto IAHCRC-CLOUD

Si terrà Martedì 30 Ottobre 2018, alle ore 15.30, presso la sede dell’Istituto Euro Mediterraneo …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *