Home / #CampusLife / Le culture del Mediterraneo, a Palermo il 19° Congresso internazionale
19 th annual mediterranean studies association congress

Le culture del Mediterraneo, a Palermo il 19° Congresso internazionale

Tre ricche giornate di studio e confronto che faranno di Palermo un centro culturale all’avanguardia: il “caso Sicilia” nell’ambito dell’evoluzione sociale e culturale, ma anche la filosofia e le scienze mediche,  il terrorismo alla luce degli ultimi eventi, il terrore della guerra, e poi i trattati di pace; non mancherà l’archeologia con i suoi metodi di studio, la musica e l’opera. Sarà dato grande spazio anche alle teorie gender e alla sessualità.

Ecco in sintesi alcune delle tematiche che verranno trattate durante l’ultimo evento organizzato dalla  Mediterranean Studies Association che ha scelto come palcoscenico per la manifestazione Palermo, dal 25 al 28 maggio 2016.

Mediterranean Studies Association è un’organizzazione fondata nel 1994 per promuovere lo studio accademico della regione mediterranea in tutti gli aspetti e discipline. Si occupa in particolare delle culture del Mediterraneo dall’antichità al presente e la loro influenza al di là dei confini geografici e temporali.

Dopo Portogallo, Brasile, Francia, Spagna, Ungheria, Germania, Grecia, Croazia, è quindi la volta del Rettorato Unipa a piazza Marina e delle aule del polididattico in viale delle Scienze per cui la presidenza del Congresso 2016 è stata affidata a Fabrizio Micari, rettore dell’Università di Palermo. L’Ersu Palermo è tra i patrocinanti della manifestazione organizzata per il 2016 da Mediterranean Studies Association, Università degli Studi di Palermo, University of Massachusetts Dartmouth,  Utah State University,  Institute for Mediterranean Studies, Busan Univerity of Foreign Studies (Korea), Officina di Studi Medievali e Biblioteca Francescana di Palermo.

Il vasto e variegato programma comprende nomi illustri della ricerca del panorama europeo e delle università più prestigiose. Previsti anche interventi di docenti dell’ateneo palermitano che garantiranno uno studio completo e puntiglioso di tutti gli aspetti culturali e ideologici dell’Europa, dal passato ai tempi odierni.

Politica, arte e letteratura e storia dei libri, relazioni commerciali tra paesi, contatti tra università, storia, ma anche religione e rispetto della diversità culturale, turismo e impatto ambientale, crescita economica legata all’evoluzione delle tecnologie.

Per avere i dettagli sulla manifestazione leggere  il programma ufficiale

https://mediterraneanstudies.org

Riguardo Gaia Butticè

Gaia Butticè
Nata ad Agrigento il 12/03/1991, vivo tra Favara e Palermo. Ho una laurea in Lettere e sono al momento iscritta al secondo anno di Filologia moderna e italianistica

Leggi anche

Amazon

Amazon prime student: i vantaggi per gli universitari

L’anno accademico è appena iniziato e Amazon si fa a misura di studente. Il colosso americano ha, infatti, lanciato un’iniziativa rivolta agli universitari che ogni semestre si apprestano ad acquistare i libri on line e non solo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *