Home / #OltreUnipa / La Fiera del Mediterraneo riapre i battenti dal 26 maggio
fiera

La Fiera del Mediterraneo riapre i battenti dal 26 maggio

Da sabato 26 maggio fino a domenica 10 giugno espositori provenienti da tutt’ Italia e non solo allestiranno stand e gazebo nei locali della fiera del Mediterraneo di via Sadat a Palermo. Prodotti tipici, bijoux, moto, arredamento, oggetti d’avanguardia, casalinghi e tanto altro saranno al centro degli spazi espositivi come di consueto.

Quest’edizione sarà particolarmente focalizzata sull’intrattenimento, infatti, saranno previste sfilate di moda, estemporanee d’arte e molto altro ancora. Tutte le sere sarà possibile ascoltare musica dal vivo. Verrà allestito un palco in un’area dedicata al divertimento, in cui i giovani potranno incontrarsi e cantare  le loro hit preferite.
La Fiera, quest’anno, diventerà ancor più internazionale grazie alla collaborazione con alcuni paesi stranieri, tra cui la Spagna che sarà presente con una sua delegazione.
Si tratta di un’edizione che punta molto sull’artigianato locale attraverso numerose esposizioni di piccoli e grandi aziende del settore.
Grande spazio dedicato al cibo e all’area ristoro. Saranno molte, infatti, le scelte possibili fra street food palermitano e i diversi piatti della cucina internazionale.
La fiera sarà aperta dalle 16.00 alle 24.00, fatta eccezione per sabato, domenica e giovedì 2 giugno in cui i cancelli saranno aperti dalle ore 10.00 per richiudersi a mezzanotte. L’ingresso sarà gratuito dal lunedì al venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00, mentre dopo le 19.00 avrà un costo di 2.50 euro. Stesso prezzo, anche il sabato, la domenica e i festivi.

Riguardo Giorgia La Marca

Check Also

MIST, un museo interattivo della Scienza e della Tecnica a Bagheria

Una nuova tipologia di museo, che presenta la scienza in un modo concettualmente diverso, rendendo più stimolante l'apprendimento. L’approccio viene definito hands-on experience, ossia conoscere attraverso il fare, coinvolgendo direttamente i visitatori che potranno letteralmente toccare con mano le proprie scoperte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *