Home / #IoDicoLaMia / La festa di Addiopizzo: la decima edizione a piazza Magione
festa-fiera_addiopizzo_2015

La festa di Addiopizzo: la decima edizione a piazza Magione

 

Dopo le tante edizioni svolte a Villa Trabia e al Giardino Inglese, la grande festa della legalità “torna alle origini” e si svolgerà nel luogo che ha ospitato l’evento nelle prime sue tre edizioni: Piazza Magione.

La festa, che ha avuto inizio venerdì mattina e proseguirà fino a oggi, è espressione degli immensi sacrifici e dei tanti successi ottenuti in questi ultimi dieci anni, grazie  all’impegno e alle denunce di imprenditori e commercianti che hanno detto no al monopolio mafioso sul nostro commercio e hanno deciso di appoggiare un mercato pizzofree. Le iniziative, come ogni anno, sono tantissime; giovedì alle 8.30 è partito, da piazza Verdi, un corteo studentesco che è arrivato fino a piazza Magione con una significativa novità: quest’anno con gli studenti hanno sfilato anche molti imprenditori e commercianti che hanno avuto il coraggio di denunciare il pizzo.

Il tema della festa è stato quello dell’investimento collettivo, ovvero un progetto di riqualificazione territoriale della città di Palermo, possibile grazie alle donazioni e alle percentuali d’acquisto devolute da quanti impiegheranno AddiopizzoCard presso il circuito di operatori convenzionati; verranno inoltre presentati alla cittadinanza i due progetti in gara (su piazza Magione e il Parco della Favorita) da realizzare con i fondi raccolti grazie ad AddiopizzoCard. Importante è la nuova idea di quest’anno, cioè lo stand allestito all’interno della fiera, del “Cibo in Festa – Sicilia Food Village” che ha promosso il nostro amato cibo siciliano. Quest’area della fiera è stata inaugurata oggi alle 18, alla presenza di Gaetano Basile, scrittore e profondo conoscitore della cucina palermitana, e Daniele Billitteri, giornalista e scrittore, che hanno raccontato il legame tra il cibo e la città di Palermo. La fiera è stata inoltre visitata, sabato pomeriggio alle ore 17, dal Commissario nazionale antiracket Santi Giuffrè, dal Procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, insieme ad altri magistrati della DDA e i rappresentanti delle forze dell’ordine.

Inoltre sono state tante le attività dedicate a studenti e adulti: seminari, workshop, laboratori e attività sportive; la sera non sono mancati intrattenimento e musica, con l’allestimento, a partire dalle 20, di concerti, spettacoli teatrali e cabaret. Giovedì sera hanno intrattenuto il pubblico Pif e Lirio Abbate con “Prove tecniche di furto di cuore e abuso di sorriso“, in scena alle ore 21.30 al cortile dello Spasimo, mentre venerdì sera a partire dalle 21.30, l’evento ha visto tra i suoi ospiti i comici Ficarra e Picone e Teresa Mannino.

La decima edizione della Festa di Addiopizzo, oltre ad essere una preziosa occasione per ribadire l’importanza della cultura della legalità, è un’ulteriore conferma del progressivo cammino di recupero della splendida area di piazza Magione – ha affermato il sindaco Leoluca Orlandosino a qualche mese fa luogo simbolo di confusione e illegalità, e ora valorizzata e impreziosita, prima dalla rappresentazione della Cavalleria rusticana del Teatro Massimo che ha portato l’opera nella bellissima piazza, tramite dei maxi schermi, e ora da questa manifestazione“.

 

Riguardo Clara Ambrosi

Clara Ambrosi
Nata il 12/11/1994 a Palermo, scrivo per il blog di informazione online “Il Giornale di Isola”, per il giornale sportivo online "Lo Sport 24" e per il blog universitario “IoStudio”. Studio legge alla facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo e sono appassionata di viaggi, libri, cinema,musica e sport.

Leggi anche

Franco-Rivolli-foto

#IO RESTO A CASA. I consigli ai giovani colleghi di una studentessa di psicologia

Dopo le ultime norme antivirus si diffonde sulla rete la campagna social #iorestoacasa. La collaborazione della popolazione in questo momento è fondamentale, tutti possiamo fare la nostra parte restando comodamente seduti sul divano e chissà che questo non possa essere un momento produttivo per molti di noi. Vediamola come un’occasione per prendere una pausa dalla vita frenetica che conduciamo ogni giorno. C’è chi avrà finalmente il tempo di leggere quel famoso libro rimasto a prendere polvere sulla mensola del salotto e chi, inventando ogni giorno qualcosa di nuovo da fare a casa, potrà scoprire una passione nascosta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *