Home / #Mondo / La colletta online che cambia il modo di gestire i soldi: Splitit
splitit
Fonte: splitit.it

La colletta online che cambia il modo di gestire i soldi: Splitit

splitit-logo-fillA volte può risultare complicato organizzare grandi eventi (lauree, matrimoni, compleanni) dove è prevista la presenza di tanti amici, ma soprattutto c’è sempre qualcuno al quale viene affidato il compito dell’avvoltoio, ovvero un soggetto che si occupa di raccogliere i soldi (e di sollecitare gli altri a darli!) per creare una colletta di gruppo. Come tanti problemi o quesiti della vita quotidiana, il web si è occupato di risolvere anche questo: parliamo dell’innovativa startup Splitit. Realizzata da Carlo Graziano, in collaborazione con Red-Made, la piattaforma ha come utilità quella della raccolta condivisa di denaro sotto forma di colletta, che può essere pubblica o privata e che facilita in modo rapido la divisione dei beni. Lo stesso nome, Splitit, significa infatti “condividere” (in questo caso con i propri amici le quote per un evento qualsiasi). Come funziona?

Basta collegarsi al sito www.splitit.it e iniziare registrandosi. Si può dare poi un nome alla propria lista, un’immagine di copertina e la descrizione. Si può fissare un limite di partecipanti. La quota da versare sarà a discrezione personale: può essere fissa o libera. La lista su Splitit non ha scadenza, perciò la si può chiudere tranquillamente quando si preferisce. Fatti questi primi passi, si può condividere il link della lista per coinvolgere quanta più gente si voglia, oppure invitarla tramite sms o email. I partecipanti possono condividere nella lista foto, video e post. Possono inoltre essere creati degli obiettivi di raccolta.

splitit-collette-digitali-quando-usarlo

Non è tutto: un apposito pannello di controllo permette di monitorare l’adesione alla propria colletta. Splitit congela i soldi accumulati in un conto corrente, adibito unicamente a questo scopo (nell’attesa di trasferire poi la somma al proprio conto corrente). Chiusa la raccolta, i soldi accumulati vengono versati sulle proprie fonti (sul conto bancario, su Paypal o su una carta prepagata con codice Iban). Rispetto alle classiche piattaforme di crowdfunding, Splitit consente le donazioni di soggetti occasionali, in modo che anche gli utenti non registrati possano contribuire con una donazione.

Il simbolo di Splitit è proprio un barattolo digitale: il suo obiettivo è l’organizzazione facile, veloce e senza stress. Il motto della pagina è:  “Vivi il tuo evento, senza pensieri!”

Riguardo Cristina Ciulla

Cristina Ciulla
Studentessa della facoltà di legge dell'Università degli studi di Palermo, redattrice per IostudioNews e per Masterlex.it, anno '94.

Leggi anche

Immagine tratta dal sito: http://lifestyleundreisen.at/wir-sind-wien-festival-2017/

Wir sind Wien – Festival

Il Festival  Wir sind Wien quest’anno spegne le candeline: celebra i suoi vent’anni di organizzazione …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *