Home / #CampusLife / La classifica delle migliori università italiane. UniPa si piazza 55esima.
Foto tratta da unipa.it
Foto tratta da unipa.it

La classifica delle migliori università italiane. UniPa si piazza 55esima.

Annualmente il quotidiano Sole24Ore pubblica una classifica delle migliori università italiane. Anche quest’anno si conferma prima Verona seguita dall’università di Trento e dal Politecnico di Milano. La prima università del sud è Salerno che si assesta al ventiseiesimo posto, una posizione a metà classifica.

I dati per Palermo non sono confortanti. Il nostro ateneo si posizione al cinquantacinquesimo posto, sestultimo. Il punteggio attribuitogli è di 29 punti.  Mentre la posizione sale il punteggio rimane identico. L’università avanza quindi grazie al retrocedere di altre cinque (Catania, Napoli Federico II, Napoli II Università, Cagliari, Bari). Bisogna ritenere questo dato buono se si prende in considerazione il fatto che UniPa non è retrocessa ma non si può certo attribuire allo stesso il segno positivo se si considera che la prima in classifica ha incrementato il proprio punteggio di quattro unità (da 84 a 88). È bene pure evidenziare il fatto che l’università di Palermo non viene valutata in due indicatori, su tre la posizione è invariate e che sui rimanenti sette quattro hanno il segno positivo. È infatti in questi indicatori che la formazione universitaria palermitana riprende valore.

La classifica

Il dossier, curato da Gianni Trovati, è realizzato grazie alle informazioni messe a disposizione dalle banche dati di ministero dell’Università e ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca).

La classifica è stilata sulla base di 12 indicatori, nove dei quali sono inerenti alla didattica e 3 alla ricerca. Da ciascun gruppo di indicatori si ottiene una classifica. Infine, la classifica generale è data dalla media del punteggio ottenuto nella classifica sulla didattica e del punteggio ottenuto nella classifica sulla ricerca.

In merito agli indicatori essi sono diventati 12 nel 2014 (prima erano 9) e sono: 1. attrattiva extraregionale; 2. sostenibilità come rapporto docenti/corsi  i studio; 3. stage organizzati con le aziende (in percentuale ai crediti formativi agli stessi attribuiti; 4. mobilità quale misura dei crediti ottenuti all’estero; 5. erogazione delle borse di studio; 6. dispersione degli immatricolati (considerato come percentuale di coloro che si re-iscrivono nel medesimo ateneo); 7. efficacia (come risultato medio dei crediti conseguiti); 8. soddisfazione dei laureandi sul corso di studio, 9. occupazione dei laureati l’anno successivo al conseguimento del titolo; 10- qualità della ricerca; 11. capacità d’attrazione di fondi esterni per i progetti di ricerca; 12. qualità dell’alta formazione.

Gianni Trovati, presentando i nuovi indicatori nell’edizione della classifica del 2014, scriveva sul quotidiano: “Sul versante della didattica, debuttano nuovi dati che provano a fare luce sui temi più attuali per la formazione universitaria. Risponde a questa esigenza, per esempio, la misurazione del peso degli stage in azienda e quello delle esperienze internazionali sulla “carriera” degli studenti, indicatori che indagano la capacità dell’ateneo di aprire all’esterno l’esperienza di studio dei propri iscritti e offrire loro strumenti in più da spendere sul mercato del lavoro. Uno sviluppo successivo di questo filone, che debutterà nelle prossime edizioni delle «classifiche di qualità», farà luce sulla «terza missione», cioè il compito delle università che si aggiunge a didattica e ricerca e chiede di portare il patrimonio di conoscenze fuori dall’università per influire direttamente sulla società che le sta intorno.” (Qualità delle università, Verone e Trento al top. Politecnico di Milano al terzo posto. 23 Giugno 2014)

Nello specifico l’Università di Palermo si è nella classifica sulla didattica al 48esimo posto con 39 punti e nella classifica sulla ricerca al 54 con 19 punti.

Riguardo Andrea Cannizzaro

Andrea Cannizzaro
Nato il 29 luglio 1994 a Palermo dove frequento il corso di studi in Giurisprudenza. La mia mail è andreacannizzaro94@gmail.com

Leggi anche

UniPa per l'ambiente_Inaugurazione Eco-Totem Smartie Water

UniPa per l’Ambiente, arriva il primo Eco-Totem Smartie Water in viale Delle Scienze

Ridurre l’utilizzo della plastica monouso all’interno dell’Ateneo: con questa finalità sarà distribuita agli studenti la “borraccia UniPa”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *