Home / #IoDicoLaMia / #IO RESTO A CASA. I consigli ai giovani colleghi di una studentessa di psicologia
Franco-Rivolli-foto

#IO RESTO A CASA. I consigli ai giovani colleghi di una studentessa di psicologia

Dopo le ultime norme antivirus si diffonde sulla rete la campagna social #iorestoacasa. La collaborazione della popolazione in questo momento è fondamentale, tutti possiamo fare la nostra parte restando comodamente seduti sul divano e chissà che questo non possa essere un momento produttivo per molti di noi. Un’occasione per prendere una pausa dalla vita frenetica che conduciamo ogni giorno. C’è chi avrà finalmente il tempo di leggere quel  famoso libro rimasto a prendere polvere sulla mensola del salotto e chi, inventando ogni giorno qualcosa di nuovo da fare a casa, potrà scoprire una passione nascosta.

Per aiutare la vostra psiche a sconfiggere la noia evitate di passare le giornate in pantofole. Togliere il pigiama vi farà sentire più energici e produttivi.
Concentratevi sul vostro benessere, avere del tempo da dedicare a noi stessi è un regalo che dovremmo concederci sempre.
Un trucchetto psicologico per ingannare il tempo è quello di giocare. Sono tantissimi i giochi da poter fare in famiglia per vivere dei momenti insieme quasi unici e irripetibili. Durante il gioco, si sa, il tempo vola ed è più facile distrarsi dalle preoccupazioni.

Il senso di disorientamento iniziale potrà passare in fretta grazie alla fiducia nella  possibilità di sfruttare questo momento positivamente. Possiamo studiare, sappiamo che il mondo del lavoro è sempre più competitivo. Perché non approfittarne, fare un corso online e uscire da questo momento con più competenze e più forti di prima? Lo studio è la nostra ancora alla normalità, per molti studenti le lezioni online diventano un momento di quotidianità che ci fa avere la certezza che non tutto si è fermato, che stiamo andando avanti e questo anche grazie a tutta la macchina organizzativa dell’Università degli Studi di Palermo che ci ha prontamente fornito una valida alternativa alle lezioni frontali.

Illustrazione di Franco Rivolli
Illustrazione di Franco Rivolli

È essenziale in momenti di emergenza prendere atto della situazione senza allarmarsi, attuando consapevolmente comportamenti responsabili nel rispetto delle disposizioni date dal governo.  I medici e gli infermieri  in prima linea sono gli eroi del nostro tempo, sono l’Italia che lotta ogni giorno per salvare vite umane. È a loro che deve andare tutto il nostro sostegno, perché, anche se a distanza, più uniti che mai vinceremo questa sfida.

Stare a casa è un sacrificio fattibile, anche perché limitato nel tempo. Possiamo farcela.

Riguardo Giulia Smecca

Giulia Smecca
Nata a Catania. Studentessa fuori sede di Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università degli Studi di Palermo.

Leggi anche

Unknown-4

Scorrimento Delle Graduatorie Per Le Borse Di Studio 2019/2020

Pubblicati i provvedimenti di scorrimento delle graduatorie per le Borse di studio 2019/2020 in esecuzione …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *