Home / #Mondo / In vacanza con un baratto
Foto tratta da settimanadelbaratto.it
Foto tratta da settimanadelbaratto.it

In vacanza con un baratto

Un soggiorno gratuito in un Bed and Breakfast in cambio di un bene o di un servizio. Con la Settimana del Baratto è possibile trascorrere una vacanza basata sullo scambio di esperienze e professionalità tornando alle origini dell’ospitalità e della riconoscenza. L’iniziativa, che ritorna con la sua settima edizione, durerà dal 16 al 22 novembre 2015 .

Foto tratta da settimanadelbaratto.it
Foto tratta da settimanadelbaratto.it

Si tratta di un appuntamento molto atteso dai viaggiatori, che permette loro di allontanarsi dalla vita di tutti i giorni  senza spendere neanche un soldo. Il baratto, usato per secoli nei tempi antichi, si rivela oggi un modo originale per viaggiare a costo zero, utilizzando oggetti che non si usano più, oppure la propria professionalità o, più semplicemente, la propria manovalanza per piccoli lavori di manutenzione nelle strutture. E’ possibile barattare qualsiasi cosa, dai servizi fotografici ai computer, dall’arredamento alla telefonia, dal  vestiario al cibo. Le possibilità di condivisione e scambio possono essere infinite, l’importante è proporre lo scambio nella massima serietà.

I bed and breakfast che aderiscono ll’ iniziativa sono quelli affiliati al portale www.bed-and-breakfast.it
L’entusiasmo con il quale sono state accolte le precedenti edizioni della Settimana del Baratto ha fatto aumentare considerevolmente le strutture aderenti all’iniziativa e, infatti, sono oltre ottocento i B&B che accettano il Baratto tutto l’anno.
Il sito propone una Lista dei desideri contenente idee e spunti per i viaggiatori interessati nella quale, i B&B partecipanti, possono inserire la loro richiesta all’interno di una delle categorie.
Per aderire all’iniziativa come viaggiatore occorre soltanto decidere fra una delle seguenti possibilità:
– Scegliere la località da visitare e, una volta individuata la struttura, contattare il gestore e proporre il baratto.
– Consultare la Lista dei desideri dei gestori e verificare se tra di essi ne esiste uno che fa al caso proprio e, in caso positivo, contattarlo e proporsi come ospite in cambio del bene o del servizio richiesto.
– Inserire la proposta di baratto e attendere di essere contattato dai gestori interessati.

Riguardo Giorgia La Marca

Check Also

Società Canottieri Palermo (da sin.: Roberto Fiore, Francesco Cappello, Eduardo Traina, Giorgia Lo Bue, Serena Lo Bue, Benedetto Vitale)

Canottieri Palermo e Scuola di Medicina dello Sport, un accordo da medaglia d’oro

Canottieri Palermo e Scuola di specializzazione di Medicina dello Sport firmano una convenzione che suggella un rapporto che fa da supporto a grandi campioni come le sorelle Lo Bue, campionesse mondiali di canottaggio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *