Home / #CampusLife / Soglie ISEE e ISPE più alte dal prossimo anno accademico
Sede del MIUR a Roma, viale Trastevere

Soglie ISEE e ISPE più alte dal prossimo anno accademico

Buone notizie riguardo le borse di studio. Dopo mesi di battaglie, gli studenti possono cantare vittoria: il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, ha infatti firmato il decreto che alza le soglie massime ISEE e ISPE per l’anno accademico 2016/2017.

Per quanto riguarda la soglia ISEE si passa così dai 21mila euro di quest’anno al 23 mila dell’anno prossimo. Le soglie ISPE passeranno invece da 35mila euro a 50mila euro.

Così dichiara la titolare del ministero: «Con questo decreto c’è un recupero notevole di quasi tutto il calo di borse di studio che si attestava al 21%, secondo le nostre previsioni si arriverà a un recupero del 20%, quindi quasi tutto».

Un dato, questo del 20% , che rappresenta la media nazionale, ma che in Sicilia ha raggiunto un picco del 40%.

Le nuove soglie sono giunte dopo un mese di tavoli tecnici che il Ministero ha tenuto al fine di ridefinire il LEP (Livelli essenziali di prestazione) e dopo lo spirare del termine ultimo che era fissato per il 28 febbraio.

admin-ajax «Non posso che essere soddisfatto per il lavoro svolto nella commissione sui LEP di cui faccio parte per nomina ministeriale – dichiara Alberto Firenzepresidente dell’ERSU Palermo – Il 15 febbraio scorso la commissione si è riunita per la prima volta e in quella sede ho subito proposto la misura dell’innalzamento delle soglie al fine di recuperare quanto perso quest’anno, allargando la possibilità di accedere al bando con una nuova soglia ISEE e quella di potere godere dei benefici con una nuova soglia ISPE».

Nella giornata del 17 marzo, alla Camera dei Deputati, in Commissione Cultura è stata inoltre approvata dai rappresentanti di tutti i gruppi parlamentari una risoluzione che, oltre a raccogliere i dati definitivi dalle regioni e dalle università, attribuisce al Governo puntuali impegni. Così come illustrato da Manuela Ghizzoni, presidente della Commissione Cultura e Istruzione della Camera, dovranno essere attuate una serie di misure tese ad un allargamento della platea dei beneficiari delle borse di studio universitario, anche valutando l’opportunità di ridurre la valutazione della situazione economica delle famiglie per l’accesso alle prestazioni di diritto allo studio universitario al solo indicatore ISEE, non utilizzando più l’ISPE.

 

Riguardo Andrea Cannizzaro

Andrea Cannizzaro
Nato il 29 luglio 1994 a Palermo dove frequento il corso di studi in Giurisprudenza. La mia mail è andreacannizzaro94@gmail.com

Leggi anche

20191104_100934

VERTICE IN ASSESSORATO DOPO LA PROTESTA DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

Gli sviluppi sulla vertenza degli studenti universitari che chiedono maggiori risorse per il diritto allo studio universitario

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *