Home / #CampusLife / Idonei al posto letto, ma fuori dagli studentati. La protesta dei ragazzi di “Link Palermo”
sansaverio

Idonei al posto letto, ma fuori dagli studentati. La protesta dei ragazzi di “Link Palermo”

Continuano le proteste degli studenti universitari di Palermo per il diritto allo studio. Se ieri mattina un gruppo di ragazzi aderenti alla piattaforma “Studenti contro il nuovo Isee Palermo”ha protestato dinanzi al mensa “Santi Romano” di via delle Scienze contro il nuovo calcolo dell’ISEE, che a impedito a più di tremila studenti di partecipare al bando Ersu per le borse di studio, quest’oggi studenti del coordinamento universitario Link, che mette in rete realtà universitarie locali di ispirazione sindacale e politica autonome con l’obiettivo di promuovere i diritti degli studenti universitari, hanno distribuito vari volantini all’ingresso dell’altro studentato, quello del San Saverio per manifestare la loro contrarierà alla nuova disposizione dell’Ersu Palermo in merito ai posti letto.

Secondo questi ragazzi la nuova disposizione prevede che “quest’anno tutti gli studenti idonei e non assegnatari del posto letto non avranno più il diritto di abitare negli studentati” e quindi, entro 5 giorni dall’uscita della graduatoria, dovranno lasciare le camere, “pena l’esclusione da tutti i benefici”. Secondo i ragazzi del coordinamento universitario Link questo è un provvedimento “che lede profondamente il diritto allo studio, dato che gli studenti coinvolti non potranno permettersi un affitto e sono costretti a tornare nelle proprie città di residenza e rinunciare cos’ ad una formazione universitaria adeguata”. Tale provvedimento sarebbe ulteriormente assurdo perché, stando alle loro dichiarazioni, la maggior parte degli studentati sono già mezzi vuoti per colpa delnuovo calcolo Isee voluto dal governo Renzi, il quale ha alzato eccessivamente le soglie per l’accesso al welfare studentesco. “Pensiamo quindi che non avrebbe senso lasciare degli studentati vuoti, vista la considerevole presenza di studenti che ne hanno pienamente diritto”.

Quel che chiedono all’Ersu è di sospendere la disposizione con una comunicazione ufficiale. “Non fate uscire gli studenti dalle loro camere, ma aprite le porte ai diritti”, chiedono. Di converso ci sarebbero studenti che hanno diritto al posto letto e non possono usufruirne perché gli idonei ma non assegnatari rimangono negli studentati e bloccano le camere.

Riguardo Eliseo Davì

Eliseo Davì
Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e ho collaborato con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.

Leggi anche

università palermo-3

Disponibile online la nuova App MyUniPa

L’Università degli Studi di Palermo lancia MyUniPa, una nuova App disponibile gratuitamente sui principali store e destinata agli studenti e …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *