Home / #FLMPa / Anteprima Festival Letterature Migranti. Hamedullah: the Road Home
http://www.dazeddigital.com/artsandculture/article/11459/1/hamedullah-the-road-home
http://www.dazeddigital.com/artsandculture/article/11459/1/hamedullah-the-road-home

Anteprima Festival Letterature Migranti. Hamedullah: the Road Home

Sabato 8 ottobre, al cinema Rouge et Noir, è stato proiettato il corto di Sue Clayton “Hamedullah: the Road Home”. La nota regista, scrittrice e compositrice inglese, ha scritto e diretto numerosi lungometraggi, cortometraggi e documentari. Ester Gendusa ha presentato questo suo ultimo lavoro che tratta il dramma di un giovane rifugiato, ricondotto in Afghanistan dalla Gran Bretagna.

I fatti che precedono il racconto sono quelli della famiglia di Hamedullah, disposta a gravosi sacrifici pur di permettere al figlio di poter giungere in Gran Bretagna, dove sarà protetto dallo status di minore non accompagnato fino ai suoi diciotto anni. La vicenda prende inizio quando il protagonista viene ricondotto a casa al compimento della maggiore età.

Il documentario è stato girato in parte nel Regno Unito da Sue Clayton e, in parte, dal ragazzo stesso una volta rimpatriato. La regista gli ha dato una telecamera prima di partire per documentare i luoghi distrutti dai numerosi conflitti, il clima sfavorevole (con temperature troppo calde in estate e troppo fredde d’inverno), i suoi stati d’animo e la disperazione nel ritrovarsi un estraneo a casa propria perché occidentalizzato.

Dal documentario, girato con eccezionale delicatezza, emerge tutto il dolore del ragazzo che non riesce a trovare conforto o ad immaginare un futuro per se stesso in quei luoghi dove forzatamente è stato rispedito. Una denuncia sulla condizione di tante giovani vite di cui nessuno sembra aver cura.

Assente alla proiezione la regista che, assieme ai suoi collaboratori, è attualmente impegnata nel trovare una sistemazione ai minori presenti nel campo per rifugiati di Calais, destinato ormai a chiudere. Nella missiva inviata per l’occasione, Sue Clayton ha sottolineato il proprio obiettivo che consiste nella sensibilizzazione su un tema così delicato.

 

Per info sul Festival:

sitoweb: http://www.festivaletteraturemigranti.it
facebook: https://www.facebook.com/Festivaletteraturemigranti/?fref=ts
twitter: https://twitter.com/FLM_Palermo
twitter(accountjunior): https://twitter.com/FLM_Junior

Riguardo Mara Butticé

Mara Butticé
Nata ad Agrigento, frequenta la facoltà di giurisprudenza all'università degli studi di Palermo.

Leggi anche

Adriano Sofri racconta Kafka al Festival delle Letterature Migranti

Adriano Sofri presenta il suo ultimo libro “Una variazione di Kafka” al Festival delle Letterature Migranti. Durante la terza giornata della manifestazione Davide Camarrone, Direttore artistico dell’evento, dialoga con l’autore allo Steri, ragionando su...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *