Home / #statigeneralideldirittoallostudio / Giovani e lavoro, possibilità concrete all’Hackathon Food by ERSU
hackathon

Giovani e lavoro, possibilità concrete all’Hackathon Food by ERSU

All’edificio 19 della cittadella universitaria di Palermo oggi si parla di lavoro e di possibilità concrete, con uno sguardo al territorio siciliano e alle sue potenzialità.

Siamo all’avvio della due giorni di convegni, dibattiti e tavole rotonde in programma per gli Stati Generali Europei del Diritto allo Studio che dal 30 settembre all’1 ottobre porteranno a Palermo una manifestazione internazionale avente a tema il futuro del diritto allo studio in Italia ed in Europa, con una finestra sulle principali esperienze dell’altra sponda del Mediterraneo.

Giovani intraprendenti e armati di proposte ed entusiasmo hanno accolto con curiosità le aziende (che avranno modo di conoscere nei due giorni) e i mentor (che li guideranno) per l’Hackathon Food, format innovativo guidato da Paola di Rosa, avvocato e Founder & Innovation Consultant.

Il ricco programma dell’Hackathon prevede team di lavoro guidati da esperti del settore sotto lo sguardo attento delle aziende di punta del settore food&wine della Sicilia.

Un modo per far entrare in contatto diretto giovani laureati e laureandi col mondo del lavoro, laddove l’università non garantisce prove sul campo e confronti concreti.

Mettersi alla prova, lavorare in team e creare proposte e soluzioni, questo l’obiettivo.

Presentati dunque due personaggi d’eccellenza: Alberto Tasca amministratore dell’azienda vinicola Tasca d’Almerita e Agostino Contorno dell’azienda Fratelli Contorno. Entrambi illustri esponenti di una realtà prestigiosa siciliana in fatto di food&wine, hanno raccontato ai partecipanti l’esperienza delle rispettive aziende, mostrandone eccellenza e criticità che sperano di colmare col supporto dei presenti nei due giorni di Hackathon Food.

“Per me è importante partecipare all’Hackathon – confida Aberto Tasca – spero in voi per idee nuove e una ventata di innovazione. Voi avete il fuoco dentro, quella fame di cultura che per le aziende del nostro territorio è fondamentale per crescere.

Abbiamo una grande responsabilità – continua – la terra che abbiamo, non in eredità dai nostri genitori ma in prestito dai nostri figli, merita di essere trattata con rispetto, dunque fondamentale l’interazione con la natura nel pieno rispetto di potenzialità e qualità”.

“Stiamo lavorando per innovarci continuamente – aggiunge Agostino Contorno – ma abbiamo bisogno delle vostre idee. Confidiamo in voi per migliorare i nostri prodotti già d’eccellenza”.

Dopo le aziende è il turno dei mentor che si sono presentati offrendo le loro competenze in favore dei giovani. I primi in campo Daniele, Danilo, Lorenza, Stefano, Alessio, sono giovani innovatori che con grinta hanno raccontano la loro esperienza nel settore dell’innovazione e la mettono a disposizione dei ragazzi che da oggi fino a domani sera si cimenteranno nell’Hacktahon Food giungendo a soluzioni innovative per digitalizzare il settore wine&food della Sicilia.

 

Riguardo Gaia Butticè

Gaia Butticè
Nata ad Agrigento il 12/03/1991, vivo tra Favara e Palermo. Ho una laurea in Lettere e sono al momento iscritta al secondo anno di Filologia moderna e italianistica

Leggi anche

markas-srl

“Brain food”: cibo sano per menti sveglie

Il punto di forza di Markas Srl sono la qualità dei cibi e una costante ricerca per soddisfare il gusto e le esigenze particolari tramite la proposta di alimenti biologici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *