Home / #unamarinadilibri / “Guglielmo il Buono, la fatale imprudenza”, un romanzo storico arabo-normanno
guglielmo il buono palermo arabo normanna

“Guglielmo il Buono, la fatale imprudenza”, un romanzo storico arabo-normanno

Si è svolto ieri, alle 18.00, all’ombra del ficus, in occasione di “Una Marina di libri”, la presentazione del libro “Guglielmo il Buono, la fatale imprudenza”, del monrealese Tonino Russo. Una presentazione impreziosita dalla presenza degli attori della compagnia dei Normanni i quali, recitando delle riduzioni dei testi del libro, hanno portato il pubblico in un tempo sospeso che era  contemporaneamente il X secolo e il presente.

Il libro è edito da Navarra editore e sarà disponibile già dalla prossima settimana nelle librerie siciliane.
Al centro del romanzo storico, il personaggio di Guglielmo II ma soprattutto, la cornice storica e monumentale dei luoghi “a cui – come afferma Ottavio Navarra – troppo spesso siamo abituati al punto da non rivolgervi attenzione”.

Con uno stile narrativo del romanzo storico innovato attraverso la presenza del narratore onnisciente, l’autore introduce nella scena figure moderne specie nella narrazione dei mestieri. Il racconto è infatti ambientato ai tempi della monarchia normanna in Sicilia che viene trattata non solo dal punto di vista culturale ma anche sociale. Nel canone del romanzo storico non manca, inoltre, il percorso formativo che il sovrano fa un lungo viaggio alla ricerca delle sue origini.

guglielmo il buono presentazione libroUn libro da leggere “perché questo cerca di conservare memoria – afferma l’autore -. Da qualche anno, fuori dalla Sicilia è stato riconosciuta la valenza del patrimonio siciliano arabo normanno. Questo, sebbene architettonico, esprime una cultura interdipendenza e una multiculturalità. Questa vivacità umana non è narrata nelle fonti ma è impressa nello splendore di quei monumenti”.
Il romanzo è il tentativo, insomma, di recuperare questa storia umana perduta con la fantasia nella fedeltà alle fonti esistenti ovverosia di tutto quel materiale di studi che ha costituito la base per la candidatura dell’attuale percorso arabo normanno al riconoscimento UNESCO.

Riguardo Andrea Cannizzaro

Andrea Cannizzaro
Nato il 29 luglio 1994 a Palermo dove frequento il corso di studi in Giurisprudenza. La mia mail è andreacannizzaro94@gmail.com

Leggi anche

19074881_10211092635929228_408521584_o

“Bianco Tenebra. Giacomo Serpotta, il giorno e la notte” di Luca Scarlini

In occasione di Una Marina di Libri, Luca Scarlini presenta il suo libro dedicato a Giacomo Serpotta, edito da Sellerio. La presentazione è stata un'orazione piena di curiosità e di spunti di riflessione sulla unicità della produzione serpottiana e un invito alla comunità siciliana a promuovere la più alta tutela delle opere dello stuccatore. Con queste premesse impossibile perdere il libro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *