Home / #OltreUnipa / Google, borse di studio per studenti di informatica con disabilità
Google

Google, borse di studio per studenti di informatica con disabilità

Google non è soltanto un motore di ricerca. Da anni, infatti, si impegna ad investire sui giovani. Non a caso,  il sito più visitato al mondo cui fa capo la società Google Inc, mette a disposizione di studenti universitari 10 borse di studio dal valore di 7.000 euro ciascuna.

Foto tratta da datamanager.it
Foto tratta da datamanager.it

Il bando è rivolto a studenti con disabilità impegnati in un corso di studi nel settore informatico presso una qualsiasi università in Europa. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra l’azienda di Google e EmployAbility, un’associazione che assiste studenti disabili nel passaggio dal mondo accademico a quello del lavoro.
Il finanziamento è destinato a sostenere i costi di studio nell’anno accademico 2016-2017, motivo per il quale i candidati devono essere iscritti all’università nell’anno accademico 2015-2016 o, altrimenti, devono avere l’ intenzione di iscriversi ai corsi di informatica, ingegneria informatica o materie correlate. La scelta dei vincitori avverrà in base al percorso formativo, alla capacità di leadership e alla passione dimostrata per l’informatica e la tecnologia da parte dello studente con disabilità.
Il termine massimo entro cui presentare la domanda è il 31 Dicembre 2015.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate secondo le modalità indicate nell’ avviso di selezione. Per maggiori informazioni e per visionare il bando è possibile consultare il sito dedicato alle Borse di studio Google e EmployAbility.

Riguardo Giorgia La Marca

Leggi anche

Locandina

A Palermo un workshop sul futuro del Terzo Settore tra riforme e Social Digital Innovation

Giovedì 30 Gennaio ore 19:00 a Palermo presso l’Hotel Cavalieri si terrà un workshop indirizzato agli enti del Terzo Settore all’interno del quale vi sarà un confronto sul futuro modello organizzativo che Associazioni, fondazioni, imprese sociali ecc.. dovranno assumere sia dal punto di vista giuridico sia dal punto di vista della comunicazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *