Home / #OltreUnipa / Giulia Catuogno: la palermitana finalista a Musicultura
giulia catuogno

Giulia Catuogno: la palermitana finalista a Musicultura

Il cantautorato italiano è una fonte inesauribile di rivelazioni e talenti. Nonostante la forte attrattiva esercitata sui giovani dal successo effimero dei talent show, strumenti altamente controproducenti e lontani da ogni forma di pura espressione artistica, non mancano realtà musicali di spessore, in grado di far alzare nuovamente l’asticella della qualità. Ne è un esempio Giulia Catuogno, classe 1993, musicista e cantautrice di professione. Lo confermano un curriculum ricco di esperienze ed un percorso formativo iniziato all’età di nove anni nel coro di voci bianche del Conservatorio Vincenzo Bellini. Dopo aver conseguito il diploma in teoria e solfeggio nel 2012, Giulia individua nella musica la migliore strada da percorrere: si esibisce in uno spettacolo inedito di teatro canzone presso il CMM di Grosseto e, pochi mesi dopo, incanta il pubblico dell’Auditorium Rai di Palermo accompagnata dalla violinista Miriam Alasia. Uno dei brani composti in questo periodo (“La Barca”), interpretato dal cantante Andrea Vincenti, si aggiudica il primo posto al Premio Mia Martini Nuove Proposte per l’Europa, nonché il premio della critica Bigazzi.

13184555_10209395967277083_1530718798_o
La copertina di “Piano Piano”, ep d’esordio di Giulia Catuogno.

Nel 2015 inizia la fortunata collaborazione con il chitarrista e produttore Vittorio Di Matteo: il risultato dell’unione artistica tra Giulia ed il leader dei Recover si concretizza in un EP dal titolo “Piano Piano”, rappresentativo della cifra stilistica proposta dalla cantautrice. I riferimenti sono inequivocabili: dagli esponenti della scuola francese (Brel, Brassens) alle grandi personalità del cantautorato italiano (De André, Guccini e Vecchioni), passando per la teatralità di Gaber e Jannacci. Il carisma ed il talento di Giulia saranno premiati in occasione della XXVII edizione del concorso Musicultura: selezionata tra centinaia di proposte con il suo brano “Vivi, c’hai la vita, deficiente” nel marzo 2016, vince il premio del pubblico nel corso delle audizioni live tenutesi a Macerata. Sono ancora in corso le votazioni online per portare Giulia sul palco dell’Arena Sferisterio in occasione della serata finale del concorso. Potete votarla accedendo al contenuto di questo link: https://www.facebook.com/musicultura/app/268265720013681/?app_data=serial-catuogno

13170708_10209395963236982_2146098291_o
La copertina del singolo A Mia Madre.

 

Per acquistare una copia fisicia del cd scrivi una mail a: giuliacatuognopianopiano@gmail.com

Itunes: https://itunes.apple.com/it/album/pianopiano-ep/id1102998970

Spotify: https://open.spotify.com/album/7LkRbPVLr3M3DARx16hgOJ

Riguardo Giuseppe La Grutta

Giuseppe La Grutta
Nato a Palermo nel 1996. Musicista e cantautore dagli abiti sgargianti, motivato da una discreta passione per le sonorità provenienti dal futuro.

Leggi anche

Immagine tratta dal sito dell'ORF, radiotelevisione austriaca 
https://wien.orf.at/news/stories/2584050/

Vienna, Lange Nacht der Kirchen

Lo scenario della città metropolitana di Vienna, non manca di sorprendere con eventi che riescono …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *