Home / #DopoLaurea / Giubileo, arriva lavoro anche per laureati in beni culturali
foto: weebly.com
foto: weebly.com

Giubileo, arriva lavoro anche per laureati in beni culturali

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha aperto un concorso per 60 assunzioni per esperti, funzionali alle esigenze di personale legate all’ambito del Giubileo straordinario della Misericordia, che, lo ricordiamo, ha avuto inizio l’8 dicembre 2015 e terminerà il 20 novembre 2016..
Il bando MIBACT è rivolto a laureati, per l’affidamento di incarichi di lavoro a tempo determinato. Il reclutamento sarà di 60 laureati e la durata complessiva dell’incarico sarà di 9 mesi. Per partecipare alla selezione pubblica c’è tempo fino al 22 febbraio 2016.

fonte: beniculturali.it
fonte: beniculturali.it

Il bando, che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami, n.98 del 22 – 12 – 2015, prevede l’espletamento di una selezione per titoli e colloquio, per la copertura di posti di lavoro per Esperti. Le risorse selezionate saranno impiegate, per un periodo di 9 mesi, per il miglioramento e il potenziamento degli interventi di tutela, vigilanza, ispezione, protezione, conservazione e valorizzazione di beni culturali, presso vari istituti e luoghi della cultura statali.
Possono partecipare al bando MIBACT i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– età non superiore a 40 anni;
– cittadinanza italiana o di un Paese membro dell’Unione Europea;
– per icittadini stranieri, adeguata conoscenza della lingua italiana;
– godimento dei diritti civili e politici;
– laurea conseguita nell’ambito delle discipline dei beni culturali e paesaggistici, in attività relative alla tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali;
– diploma di specializzazione oppure dottorato di ricerca oppure master di secondo livello nelle materie sopra indicate;
– comprovata esperienza professionale di almeno 3 anni nel settore dei beni culturali e paesaggistici, in attività relative alla tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, o dichiarati decaduti dall’impiego per averlo conseguito mediante la produzione di documenti valsi o viziati da invalidità insanabile;
– assenza di condanne penali, con sentenza passata in giudicato, relative a reati contro la Pubblica Amministrazione.

Per ulteriori dettagli relativi alle caratteristiche richieste ai concorrenti si rimanda a quando indicato nell’avviso di selezione.
Le domande di partecipazione, redatte secondo le indicazioni riportate nel bando, devono essere presentate attraverso l’apposita procedura online, che sarà resa disponibile sul portale web www.beniculturali.it, a partire dalle ore 12.00 del 21 gennaio 2016 e fino alle ore 12.00 del 22 febbraio 2016.

Riguardo Giuseppe Palazzotto

Studente in Ingegneria Informatica, Laurea Magistrale. E' stato rappresentante degli studenti presso la Scuola Politecnica ed il Consiglio di corso di studi. E' tra i fondatori del blog www.lalapa.it Nel sociale svolge attività con il Rotaract Club Palermo Agorà. E' stato giocatore a livello agonistico di scacchi ed ora nel tempo libero svolge attività riconosciuta dal Coni e dalla Federazione come istruttore ed arbitro.

Leggi anche

Banca d'Italia

Banca d’Italia, sette borse di studio per neolaureati

Anche quest’anno la Banca d'Italia mette a disposizione 7 borse di studio destinate a chi intende proseguire il loro percorso di studi con corsi di perfezionamento all'estero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *