Home / Uncategorized / Giornata Fai di primavera: 25 e 26 marzo monumenti aperti
tratto da Gazzetta dell'Emilia
tratto da Gazzetta dell'Emilia

Giornata Fai di primavera: 25 e 26 marzo monumenti aperti

Il primo weekend primaverile del 25 e del 26 marzo, vedrà l’apertura straordinaria di mille luoghi culturali in tutta Italia. In occasione della venticinquesima Giornata Fai di primavera,  saranno visitabili moltissimi monumenti, alla scoperta della loro bellezza celata dalla solita chiusura. Fai-Fondo Ambiente Italiano è una fondazione nazionale no profit, con lo scopo unico di tutelare il nostro patrimonio culturale e artistico, organizzando, inoltre, vari eventi di sensibilizzazione. A Palermo saranno otto i siti che appoggeranno l’iniziativa come il Palazzo Pantelleria, la Chiesa di Sant’ Eulalia, il Conservatorio di Musica “V. Bellini”, la Piazzetta del Garraffello, la Chiesa di San Giorgio dei Genovesi, la Chiesa di S. Eligio e la Fabbrica D’argento Di A. Amato, la Caserma della Finanza G. Cangialosi – Ex Convento Domenicano Di S. Cita, ed infine la Banca d’Italia.

tratto da JustSicily
tratto da JustSicily

Inoltre, prenderanno parte all’iniziativa, palazzi e monumenti della provincia, come il Teatro Branciforti a Bagheria e varie Chiese tra Castelbuono, Partinico e Carini. Approfittando delle prime gionate di primavera, si potrà godere il sole scoprendo i gioielli di Palermo, ricchi di cultura artistica. Gli orari di visita saranno dalle 10 alle 17 per entrambi i giorni, con gli ingressi accessibili con un contributo libero. Sul sito è possibile scaricare un pdf con l’elenco dei vari luoghi ed avere maggiori informazioni sull’iniziativa e l’associazione.

Riguardo Alessandra La Marca

Alessandra La Marca

Leggi anche

L0YzkY_C77zeukiE5nBBsgUsX3OpcwB-LqHzzVDY-ADGqSTKgtCPBNjRZrig3y8beBoa8KZL4aakBYnI9M6R22V-Kk2NDCSHNKvidLFig8F7qUMc1cLdC7ptUWB1OFznc-qHliN8dYoxRXT61irAyCv4RF0TohNS37k=s0-d-e1-ft

La vita in Sicilia al tempo dei Borbone

Come si viveva in Sicilia al tempo dei Borbone? Gaetano Basile, col suo stile sapientemente …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *