Home / #EatSicily / Il gelato a Palermo: questione di gusti
b_730_a8dbde3deeff4f9ab76c788aaa3a5a6e

Il gelato a Palermo: questione di gusti

Parlare di gelato a Palermo è affare delicato, non solo perché siamo degli amanti dell’antica specialità dalle origini arabe ma perché ognuno ha una sua personalissima classifica sacra, intoccabile e inviolabile.
Però ci sono dei capisaldi sui quali tendiamo ad andare sul sicuro. Ecco una mini-indagini tra le gelaterie di Palermo fra alcuni dei  maestri del gusto.

Materie prime, gusti particolari, tecniche antiche la fanno da padrone in campo di gelato in questa terra dalla cucina più che barocca. Ci sono  gelaterie storiche legate indissolubilmente al mare, il loro nome riporta subito all’estate, alla salsedine sulla pelle, agli scooter con il telo da mare sul sellino, insomma alla spiaggia e alle tintarelle. Altre si trovano in pieno centro storico, pronte a dare refrigerio e sollievo agli autoctoni e ai turisti durante le torridi estati, ma anche durante l’inverno.

Al mare è legata la storica gelateria “La Delizia” di Sferracavallo, dove il gusto estivo vivamente consigliato è gelsi rossi anche in versione granita.  A seguire un altro pezzo di storia della città-gelateria: “La Vela” di Vergine Maria, chiamato dagli abitanti della borgata “U’ stregone” forse per la sua abilità nel fare il gelato. È un pittoresco chioschetto con vista sul mare e la tonnara Bordonaro:  tappa  ambita dei bagnanti, lato Addaura, Acapulco e Mondello. Anche qui si può andare sul sicuro, qualsiasi gusto è una festa per le papille gustative.

Sul versante nord est abbiamo la “Gelateria Azzurra” di via Messina Marine. Punto di ritrovo per i bagnanti che tornato da Ficarazzi, Bagheria.

Passando al centro storico possiamo citare la nuova gelateria“La Kala” che si trova proprio di fronte il mare della Cala. La frutta viene trasformata in gelato con un processo naturale al 100%, senza addensanti, coloranti ne conservanti. Un altro posto del cuore per gli amanti del gelato è la “Gelateria Del Cassaro” di corso Vittorio Emanuele dove c’è Gloria, la proprietaria che sceglie personalmente le materie prime e prepara il gelato nel laboratorio che si trova dietro la gelateria.

Ci sono poi le storiche gelaterie del foro italico come Ilardo dove è possibile gustare i “pezzi duri” le “bombette” la “giardiniera” o gusti di gelato come il cantalupo o “riso chantilly”, un tuffo nella tradizione dell’antica passeggiata a mare per prendere il gelato.

Ci sono poi alcune gelaterie che fanno tendenza come Oriol e Brioscià nella zona di piazzale Ungheria dove il gelato è molto buono.

Ma una delle gelaterie che sicuramente merita una citazione, anche per alcuni premi vinti in gar enazionali con il gelato “scaccio siciliano” è “il gelatone” con sede in piazza Don Sturzo e in via Ammiraglio Rizzo: qui oltre ai tradizionali gusti potete provare gusti come il limone al basilico, la pera, la noce o il sedano, oppure  i gelati al maltitolo per chi ha bisogno di alimenti più tollerabili per l’indice glicemico più basso dello zucchero.

 


 

Riguardo Nicola Ticali

Check Also

Foto del Festival dell'anno 2015, dalla raccolta del sito ufficiale http://www.sherbethfestival.it/

Sherbeth, il Festival del Gelato, torna a Palermo e cerca artisti

Sherbeth, il Festival Internazionale del Gelato Artigianale, tornerà a Palermo dal 28 settembre al 1 …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *