Home / #DopoLaurea / Garanzia Giovani, un programma di formazione
logo-garanzia-giovani

Garanzia Giovani, un programma di formazione

Garanzia Giovani è il nome di un programma realizzato dall’Unione Europea con lo scopo di cercare di gestire e combattere il tasso di disoccupazione giovanile, per cui hanno aderito i paesi con maggiori difficoltà nel governare il mercato del lavoro. Paesi come la Germania, ad esempio, in cui il mercato del lavoro è una macchina perfetta in grado di gestire la sfruttabilità del proprio capitale umano, invece non ha aderito.

Il programma è per lo più noto per la possibilità di svolgere un periodo di tirocinio formativo utile ad acquisire un compenso economico e un’esperienza aziendale per potenziare il proprio curriculum. Esso prevede un periodo formativo full time ed è rivolto a persone che non lavorano e non studiano, per lo più persone entro i 29 anni competenti cui manca in curriculum un contatto diretto col mondo del lavoro e che potrebbero sfruttare tale esperienza per acquisire competenze e conoscenze tali da renderle più “concorrenziali”.

In Sicilia, in quasi due mesi e mezzo, su 13.000 tirocini attivabili ne sono stati attivati già 7000, dati che fanno pensare al rischio che alcune candidature non saranno prese in carico, a causa di un surplus di risorse.

Nella realtà, le misure di implementazione del programma sono diverse e, in particolare, sono: accoglienza, formazione, accompagnamento al lavoro, apprendistato, tirocini, Servizio Civile, sostegno all’imprenditorialità, mobilità professionale all’interno del territorio nazionale o in paesi UE, bonus occupazionale per le imprese, formazione a distanza.

Tali misure sono state adottate in maniera diversa dalle diverse regioni d’Italia e non in maniera omogenea. Infatti, di tali misure in Sicilia ne sono state implementate soltanto tre. Il programma ha preso forma in tre diverse forme: tirocini retribuiti, interventi formativi (non retribuiti) e progetti di Servizio Civile.

Gli interventi formativi non sono dei corsi di formazione ma sono costituiti da 200 ore di lezioni frontali a contatto con formatori esperti in grado di trasferire competenze ai propri allievi nel più breve tempo possibile. Non è possibile frequentare un intervento formativo parallelamente allo svolgimento di un tirocinio, ma è consigliabile frequentarlo precedentemente all’attivazione di un tirocinio. Tali interventi formativi permettono di conseguire una certificazione di competenze mirata all’inserimento lavorativo. Ad oggi, ci sono degli enti di formazione che hanno attivato dei piani formativi molto ricchi, con molte materie specifiche per rendere i giovani più spendibili.

I progetti di Servizio Civile non ordinario rispondono alle stesse regole di quello ordinario (ad esempio uno stipendio di 433, 80€, limite di età per la candidatura a 28 anni) e appartengono allo stesso progetto per cui è nato GG: implementare e specificare il proprio bagaglio di competenze.

Per aderire a Garanzia Giovani bisogna iscriversi su Cliclavoro. Dopo la registrazione, sarà possibile aderire al programma dal proprio profilo, selezionando la regione di preferenza. Ed entro poco tempo sarete contatti dal Centro dell’Impiego della regione prescelta per un colloquio conoscitivo e un successivo colloquio per la “profilazione”, cioè l’analisi dettagliata delle competenze e abilità dei candidati, nonché delle loro preferenze lavorative.

L’Università di Palermo è promotrice di tirocini formativi finanziati da Garanzia Giovani e attualmente sono aperte delle posizioni consultabili al seguente link.

Riguardo Ylenia Nasti

Ylenia Nasti
Laureata all’Università di Palermo. Amo i libri, i paesaggi e la cucina siciliana

Leggi anche

VOI METTETECI RAGAZZA

APERTE LE ISCRIZIONI ALLA SCUOLA DI CINEMA PIANO FOCALE

Sabato 5 ottobre 2019, alle ore 21, sarà presentato in  via Notarbartolo, 36 il nuovo  anno  della scuola …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *