Home / #Ambiente / festAmbiente Mediterraneo, l’ecofestival Legambiente a Palermo
FM_Manifesto 70x100cm

festAmbiente Mediterraneo, l’ecofestival Legambiente a Palermo

Da giovedì 14 settembre, presso i Cantieri culturali alla Zisa di Palermo, ha preso avvio la quarta edizione di festAmbiente Mediterraneo dedicato ai temi del Mare nostrum. Il festival si concluderà domenica 17 settembre e si propone di presentare spunti di riflessione e di dibattito sulle principali questioni ambientali, ma è anche un’occasione di divertimento attraverso musica dal vivo, enogastronomia, laboratori per bambini, giochi, libri, artigianato.

L’ecofestival internazionale di Legambiente proporrà tutti i giorni per i visitatori mostre fotografiche, laboratori scientifici, artistici, didattici, di riciclo creativo per bambini e ragazzi, spazi dedicati ai docufilm, spazio dibattiti, area musicale.

Venerdì 15 settembre sarà la volta  dell’anteprima palermitana del film “La finestra sul porcile”, ironica riflessione sul nostro rapporto con gli oggetti di consumo, presentato dal regista Salvo Manzone. Tra le presentazioni per la giornata, da segnalare il documentario “Viaggio in Sicilia in treno”, il libro “Zia Favola. Una storia siculish ” di Cono Cinquemani, “Alla scoperta della green society” a cura di Vittorio Cogliati Dezza  e “L’isola di Macondo” di Carmine Iovine. A conclusione della giornata, spazio alla musica con  “I cunti del mare” di Alessio Di Modica e Ciauda in concerto.

Sabato 16 settembre il festival vedrà lo svolgersi dell’incontro “I migranti fantasma. Il fantasma dei migranti”, preceduto dalla proiezione del documentario “SOS Mediterranee si racconta”, che vedrà intervenire il sindaco Leoluca Orlando, Lidia Tilotta, Giusi Nicolini, Leoluca Orlando, Riccardo Magi, Vittorio Cogliati Dezza, Francesco Campagna, Valeria Calandra e Amelia Giordano.

Tra gli eventi proposti e i personaggi che interverranno, domenica 17 settembre Pietro Grasso, oggi presidente del Senato, presenterà il libro da lui scritto dal titolo: “Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia”, ripercorrendo le strade di Palermo, ricordando, a venticinque anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, gli uomini di Stato, gli amici uccisi dalla mafia. L’evento si concluderà con la proiezione del film “Il sindaco pescatore” di Maurizio Zaccaro con Sergio Castellitto e l’incontro con il monaco buddista Raffaello Longo, in omaggio al XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso in visita a Palermo.

 

 

Di seguito il programma delle giornate: festAmbiente Mediterraneo

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Check Also

13680139_10209919358643307_1084689392094597625_o (1) (2) (1)

In treno alla scoperta di Porto Empedocle e del Parco Archeologico di Agrigento

Da Agrigento in treno alla scoperta della valle dei Templi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *