Home / #OltreUnipa / Expo 2015 l’Organizzazione Mondiale della Sanità stila un decalogo sulla sicurezza degli alimenti

Expo 2015 l’Organizzazione Mondiale della Sanità stila un decalogo sulla sicurezza degli alimenti

Per sicurezza degli alimenti si intende rispettare i requisiti di igiene atti a garantire la salubrità degli alimenti e quindi l’assenza di contaminazioni che possano esporre i consumatori al rischio di tossinfezioni alimentari. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, con il contributo del nostro Ministero della Salute, ha stilato un decalogo sulla sicurezza alimentare, all’interno della manifestazione dell’ Expo, richiamando i principi base per prevenire eventuali allergie alimentari, che ogni individuo dovrebbe conoscere. Il decalogo è rivolto dall’OMS a tutti coloro che lavorano gli alimenti, dai produttori ai distributori.

tratto da salute.gov.it
tratto da salute.gov.it

Un cibo mal conservato, manipolato in modo scorretto o esposto ad inquinamenti di vario tipo può infatti provocare seri danni a chi lo consuma. Nessun alimento, in natura, è sterile, cioè privo di microbi. Lasciato a sé, qualsiasi cibo, dopo un certo tempo, si altera; questo avviene tanto più in fretta quanto più l’alimento è ricco di microrganismi, i quali agiscono sulle sostanze che lo compongono (proteine,grassi e zuccheri) modificandone le caratteristiche, l’aspetto, il sapore. Alcuni alimenti si prestano più di altri a trasmettere infezioni (poiché in essi i batteri si moltiplicano più facilmente che in altri) e, una volta contaminati, permettono ai batteri di raggiungere concentrazioni enormi in poco tempo (latte, formaggi, carni tritate, creme e paste all’uovo …). È bene sapere che la presenza di microrganismi patogeni, anche in grande quantità, può non provocare modificazioni alle caratteristiche dell’alimento (sapore, consistenza, odore).

Tratto da salastampa.salute.gov.it
Tratto da salastampa.salute.gov.it

Ciò rende più difficile il riconoscimento degli alimenti da scartare perché contaminati. Se si consuma un prodotto contaminato da sufficienti quantità di sostanze tossiche o microrganismi patogeni, si avrà come risultato una intossicazione o una tossinfezione alimentare.
Le indicazioni, da tener conto per una giusta prevenzione sono di seguito riportate:
PULIZIA ED IGIENE – Pulite tutto ciò che viene a contatto con gli alimenti come le mani e lavate bene frutta e verdura prima di mangiarli
NIENTE CONTAMINAZIONI – Separate sempre gli alimenti crudi da quelli cotti, ricordando di utilizzare solo materie prime sicure
SICUREZZA – Cuocete gli alimenti in maniera adeguata.
CONSERVAZIONE – Conservate gli alimenti alterabili o cotti al di sotto dei 5°.
MANTENIMENTO – Fate attenzione a conservare i surgelati e scongelarli in ambiente freddo.
IL FRIGO – Fate pulizie periodiche del frigo, non riempitelo in eccesso e fatelo lavorare bene.
FRUTTI DI BOSCO – Cuocete bene i frutti di bosco congelati prima di mangiarli.
PESCE CRUDO – Prima di mangiarlo congelate il pesce crudo per 96 ore a -18°.
L’ETICHETTA – Controllate sempre l’etichetta sull’alimento. Vi aiuta a mangiare in sicurezza, senza sprechi e tenere d’occhio i valori nutrizionali.
Ideato, anche un simpatico video, che spiega in modo semplice i cinque punti chiave per gli alimenti più sicuri

Riguardo Alessandra La Marca

Alessandra La Marca

Leggi anche

yasser arafat

A Palermo un lungomare intitolato al premio Nobel per la pace Yasser Arafat

la pace può superare e supera vecchie inimicizie tra i popoli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *