Home / #DopoLaurea / Erasmus+: arrivano i prestiti agevolati per studiare all’estero
erasmus+

Erasmus+: arrivano i prestiti agevolati per studiare all’estero

I programmi Erasmus+ coprono anche prestiti per motivi di studio, in particolare, per corsi di laurea magistrale sono garantiti dall’UE con condizioni di rimborso favorevoli e possono aiutare a finanziare un corso magistrale in un paese partecipante al programma.
I prestiti intendono proteggere gli studenti con una serie di tutele sociali, tra cui:​

  • tassi d’interesse favorevoli, inferiori a quelli di mercato
  • un rimborso dilazionato fino a due anni per consentire ai laureati di trovare prima un lavoro
  • non sono richieste garanzie collaterali da studenti o genitori per assicurare la parità di accesso

Attualmente questi prestiti sono disponibili soltanto per gli  studenti italiani che vogliano partecipare a corsi in Spagna, Francia e Regno Unito  per svolgere un corso di laurea magistrale. In futuro, con l’adesione di un numero crescente di istituti bancari, si renderanno disponibili maggiori destinazioni per gli studi postuniversitari in Europa. Entro il 2020 dovrebbero aderire da 20 a 25 nuove banche.

Andiamo nel particolare: i prestiti coprono importi fino a  12mila euro per un corso annuale o fino a  18mila euro per un corso biennale (o importi corrispondenti in valuta estera per le banche dei paesi non appartenenti all’area dell’euro).
Possono beneficare di un prestito agevolato gli studenti che hanno completato il primo ciclo di studi (laurea o equivalente) e che sono già stati ammessi a seguire un corso di laurea magistrale in un altro  paese partecipante al programma.
Per poterlo richiedere occorre risiedere in un paese del programma, mentre il paese di destinazione non può essere quello di residenza o quello in cui è stata conseguita la prima qualifica.

prestiti per studenti
foto: prestitiefinanziarie.it

I prestiti possono essere erogati soltanto per studi condotti presso un’università titolare della carta Erasmus per l’istruzione superiore.
I prestiti non sono disponibili per coloro che intendono seguire all’estero soltanto una parte del loro corso di laurea magistrale. Questi possono comunque beneficiare di una  sovvenzione Erasmus+.
Il tasso d’interesse applicato al prestito dipenderà dal paese in cui l’istituto di credito ha sede, anche se sarà  inferiore a quelli commerciali standard.
Per fare domanda, ed avere maggiori informazioni, occorre rivolgersi direttamente alle  banche e agenzie di prestito nazionali partecipanti. Non vi sono scadenze dei termini per la richiesta, ma in ogni caso, se interessati, consigliamo di contattare le banche per tempo così da poter preparare i documenti necessari per inoltrare la pratica e conoscere eventuali scadenze interne alla banca. Tra le banche che erogano tali prestiti vi sono:

Tutte e quattro si rivolgono sia agli studenti spagnoli, francesi e britannici che si recano all’estero, sia agli studenti stranieri che vanno a studiare in Spagna, in Francia o nel Regno Unito. Le domande vanno rivolte direttamente alle banche.
Basta recarsi presso una loro agenzia o andare sul loro sito, presentando la seguente documentazione:

  • attestato che certifica il conseguimento dell’ultimo diploma precedente al corso di laurea magistrale per cui si fa domanda
  • ricevuta della tassa d’iscrizione, oppure prova documentale di ammissione e del costo del corso di laurea magistrale.

Per maggiori informazioni e per conoscere l’elenco aggiornato  delle banche e dei paesi, si può visitare la pagina dedicata sul sito della Commissione Europea

Riguardo Giuseppe Palazzotto

Studente in Ingegneria Informatica, Laurea Magistrale. E' stato rappresentante degli studenti presso la Scuola Politecnica ed il Consiglio di corso di studi. E' tra i fondatori del blog www.lalapa.it Nel sociale svolge attività con il Rotaract Club Palermo Agorà. E' stato giocatore a livello agonistico di scacchi ed ora nel tempo libero svolge attività riconosciuta dal Coni e dalla Federazione come istruttore ed arbitro.

Leggi anche

Banca d'Italia

Banca d’Italia, sette borse di studio per neolaureati

Anche quest’anno la Banca d'Italia mette a disposizione 7 borse di studio destinate a chi intende proseguire il loro percorso di studi con corsi di perfezionamento all'estero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *