Home / #Mondo / Emiplegia alternante dell’infanzia, il Progetto IAHCRC-CLOUD Platform
IAHCRC

Emiplegia alternante dell’infanzia, il Progetto IAHCRC-CLOUD Platform

Il Presidente dell’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia (I.E.ME.S.T.) Bartolomeo Sammartino comunica che in data Martedì 30 Ottobre 2018, alle ore 15.30, presso la sede dell’Istituto (via Michele Miraglia, 20 – Palermo) si terrà la conferenza stampa di presentazione del Progetto IAHCRC-CLOUD Platform, progetto finalizzato alla realizzazione di una piattaforma internazionale di raccolta e condivisone dati al servizio degli studi collaborativi del Consorzio IAHCRC.

Saranno illustrati agli intervenuti gli aspetti tecnici ed etici, nonché le funzionalità innovative della Piattaforma IAHCRC-CLOUD che ne fanno un Registro di Malattia Rara di Seconda Generazione, implementando i principi e le metodologie proprie del patient engagement e del platform cooperativism. Verranno illustrati anche gli attuali Studi del Consorzio IAHCRC che utilizzano la Piattaforma; tra questi, lo studio longitudinale OBSERV-AHC, coordinato dalla Divisione di Neurologia Pediatrica – Programma per la AHC e Disturbi Correlati della Duke University a Durham, NC USA. Inoltre, verranno fornite alcune anticipazioni sugli sviluppi futuri già previsti per la Piattaforma, per renderla uno strumento aperto, scalabile e adattabile per ogni altra malattia rara.

Il Progetto è coordinato da Rosaria Vavassori, past-president dell’associazione italiana dei pazienti, già coordinatore del Progetto Italiano IBAHC – Biobanca e Registro Clinico per l’Emiplegia Alternante e Registry Manager per la Rete Europea ENRAH. Il team è costituito da alcuni ricercatori dell’Istituto esperti di sistemi informatici, tra cui Fabio Cernigliaro, Maurizio La Rocca e Andrey Megvinov. Partecipano al progetto anche docenti dell’Università degli Studi di Palermo: Giosuè Lo Bosco e Francesco Cappello (direttore scientifico dello I.E.ME.S.T.).

L’Emiplegia Alternante dell’Infanzia (acronimo internazionale AHC) è una grave malattia neurologica che colpisce una persona su un milione. Si tratta di una malattia molto rara, complessa ed eterogenea, ancora poco conosciuta e studiata; la ricerca per lo sviluppo di una cura efficace è tuttora quasi interamente finanziata dalle associazioni dei pazienti. Proprio per queste sue caratteristiche, da sempre la comunità internazionale dei pazienti e dei centri di ricerca e di cura ha sentito l’importanza di collaborare, creando reti, definendo studi multicentrici e condividendo le proprie risorse attraverso strumenti quali i Registri Clinici e le Biobanche.
Grazie ad uno di questi studi collaborativi, è stato possibile individuare – nel 2012 – la causa genetica della malattia: un gruppo di mutazioni specifiche nel gene ATP1A3 che codifica una proteina con funzione di pompa ionica sodio-potassio a livello neuronale. In seguito a questa scoperta, è stato formalmente creato il Consorzio Internazionale IAHCRC, una rete di centri clinici e di ricerca di base di cui anche l’Istituto IEMEST è entrato a far parte, operando con il supporto economico, tecnico e logistico dell’alleanza internazionale dei pazienti.

Per maggiori informazioni sul Progetto IAHCRC-CLOUD:
www.iemest.eu/it/progetti-iemest#IahcrcCloud

Si prega di confermare la propria partecipazione via email all’indirizzo: segreteria@iemest.eu entro venerdì 26 ottobre 2018.

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Leggi anche

L’Università degli Studi di Palermo e La Fondazione the Brass Group insieme per i giovani Con “The Pop Side of Jazz” della Brass Youth Jazz Orchestra si avvia l’attività culturale

di Francesco Foresta Junior La Brass Youth Jazz Orchestra L’Università degli Studi di Palermo e …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *