Home / #OltreUnipa / Elezioni politiche 2018, l’ANDE Palermo e la Scuola di Formazione “Giovanni Falcone” promuovono un incontro dibattito tra candidati
28313523_10215870107415365_2036758054_n

Elezioni politiche 2018, l’ANDE Palermo e la Scuola di Formazione “Giovanni Falcone” promuovono un incontro dibattito tra candidati

In occasione delle prossime elezioni politiche, che chiameranno al voto gli italiani domenica 4 marzo 2018, l’ANDE Palermo (Associazione Nazionale Donne Elettrici) e la Scuola di Formazione Etico-Politica “Giovanni Falcone” hanno indetto, venerdì 23 febbraio presso l’Hotel Principe di Villafranca, un incontro/dibattito tra candidati politici di diversi schieramenti.

L’evento, condotto da Enza Daniela Aquilino della Scuola di Formazione “Giovanni Falcone”, e Paola Catania dell’ANDE Palermo, ha visto la presenza di: Giannandrea Dagnino per la Lista BoninoAdelaide Mazzarino  e Rosi Pennino per Forza Italia; Antonella Monastra e Erasmo Palazzotto per Liberi e Uguali; Silvio Moncada, Teresa Piccione e Mila Spicola per il Partito Democratico; Tommaso Romeo per Potere al Popolo; Giorgio Trizzino per il Movimento 5 stelle; Anna Maria Lucido per Popolo della Famiglia.

L’iniziativa rientra all’interno dell’impegno assunto dall’ANDE nazionale, lanciato sui social con l’hashtag #ANDEDonnealParlamento2018, formulando i Desiderata e rivolgendosi al Parlamento che verrà proponendo cinque punti fondamentali: difendere il principio di un’Europa unita politicamente; attuare principi di parità di genere e pari opportunità al fine di promuovere una partecipazione sempre più ampia delle donne alla vita politica; avviare una seria e puntuale ricognizione sull’uso della rete digitale che porti all’adozione di normative che tutelino l’esercizio della personalità individuale; adozione di provvedimenti idonei a garantire il rispetto della normativa fiscale e del lavoro vigente in Italia; promuovere nelle scuole l’attenzione su materie ed insegnamenti volti ad incrementare la coscienza storica, l’etica, la cittadinanza attiva, l’esercizio del pensiero critico costruttivo.

28459100_10215870107175359_1022761616_n 28450259_10215870106815350_1468139159_n

Tante le proposte e le idee in campo emerse dal dibattito, che ha avuto inizio dalle domande lanciate dalle due moderatrici e che hanno riguardato future soluzioni possibili ai grandi problemi che affliggono il Paese: emigrazione giovanile in costante aumento, cosa fare per evitare la propagazione di questo fenomeno che provoca l’invecchiamento dell’Italia? Divario economico e sociale tra regioni del nord e regioni del sud, in cui il tasso di disoccupazione risulta più alto in Sicilia e Campania. Come ridurre questo enorme gap? Cosa potrebbe fare un futuro governo per incrementare il lavoro? Quali le idee su una futura proposta di legge e su quale materia in particolare?

28381668_10215870107655371_2000319214_n

Le risposte dei candidati riprendono in gran parte gli impegni assunti all’interno dei programmi elettorali dei diversi partiti, in particolare si prospetta, per la ripresa della regione Sicilia: l’impiego delle nuove tecnologie e costituzione di un atto che sancisca una leadership per le donne (Antonella Monastra); introduzione di una legge sullo Ius Soli e sulla riqualificazione dell’acqua, proposta per la riduzione dell’orario di lavoro (Erasmo Palazzotto); il proseguimento del percorso di sinergia intrapreso tra amministrazione comunale e governo regionale (Silvio Moncada); ridare diritti e dignità ai lavoratori attraverso il ripristino dell’art.18 dello Statuto dei Lavoratori e l’abolizione della riforma Fornero (Tommaso Romeo); affrontare il problema dell’infanzia negata all’interno delle scuole (Mila Spicola); legalizzazione delle droghe leggere e creazione di un credito d’imposta per i cittadini (Giannandrea Dagnino); istituzione di una flat tax per favorire la messa in moto dello Stato (Adelaide Mazzarino); sistema fiscale vantaggioso che consenta alla Sicilia di avere maggiore flessibilità (Giorgio Trizzino).

Organizzatori dell’evento due capisaldi della formazione civica a Palermo: la Scuola di Formazione Etico-Politica “Giovanni Falcone, costituita nel 1992, da tempo organizza iniziative di studio e riflessione. L’Associazione Nazionale Donne Elettrici – Palermo s’impegna per la formazione civica e l’orientamento dei giovani delle Scuole Secondarie Superiori, coinvolti nel progetto AndePalermoxlaScuola, giunto quest’anno alla sua sesta edizione. Significativo il supporto dato all’iniziativa Atelier Solidale dell’istituto di Padre Messina, rivolta a donne in disagio economico ospiti di case d’accoglienza.

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Check Also

Palazzo_Steri-500x319

Unipa, al via il Children’s voices for a new human space

Parte da UniPa il progetto “Children’s voices for a new human space” finanziato dal programma Erasmus + dell’Unione Europea

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *