Home / #EfeboCorto / Efebo Corto Festival 2015: Spatola e Di Lorenzo si raccontano
efebocorto

Efebo Corto Festival 2015: Spatola e Di Lorenzo si raccontano

L’Efebo Corto Festival, giunto alla sua 11ª edizione, ha trovato un forte sostegno da parte dell’Ersu di Palermo, ente di diritto allo studio molto legato alla crescita culturale degli studenti e sensibile alle loro esigenze. La creazione di un cortometraggio può suscitare l’interesse di appassionati o può rivelarsi un buon banco di prova per chi progetta un mondo nel cinema ed è ancora alle prime armi. Ma è anche l’occasione per riscoprire dei talenti nostrani e per discutere delle difficoltà incontrate da chi concepisce il cinema come una missione e ha deciso, con coraggio e forza, di andare avanti. Far emergere anche i problemi può servire ai giovanissimi partecipanti a prendere consapevolezza di questo mondo. Tra i cortometraggi proiettati, quello di Giulio Spatola (“In Itinere”) e di Gaetano Di Lorenzo (“Nell’aria”).

giulio spatola ouiSpatola, laureatosi alla Sapienza di Roma in “Arte e scienze dello spettacolo”, conta diverse esperienze teatrali, televisive e come regista. Da studente, ha collaborato con Luciano Melchionne, mentre tanti sono stati i suoi interventi nelle campagne contro l’omofobia, sia come attore che regista, partecipando tra l’altro a vari spot del Ministero per le pari opportunità. Del 2009 il suo corto, finanziato dai genitori, è stato realizzato a costo zero in uno scantinato di Roma e ha ricevuto consensi e premi. Un altro lavoro, “Insania”, è stato scelto e finanziato ma alla fine per un problema della cosa di produzione tale progetto non è andato in porto. Ora Giulio vive e studia a Londra e continua ad affinare la propria vocazione per la regia. Seppur possa contare sul sostegno della famiglia, al momento sembra non esserci futuro per lui in Italia, anche se il suo progetto sarebbe di tornare in patria dopo aver concretizzato il proprio sogno altrove. Ha infatti affermato: «Bisogna sempre inseguire i propri sogni, ma si deve avere la fortuna di affiancarsi ad un regista affermato per poter realizzare a pieno le proprie ambizioni».

di lorenzoDi Lorenzo è un filmaker indipendente che, negli anni, ha prodotto cortometraggi e documentari sulla Sicilia, esplorandone il tessuto sociale e focalizzandosi su particolari fatti storici. Varie le sue partecipazioni ai festival e tanti i premi e le nomination ottenute (tra cui l’ultimo, di un mese fa, è il premio Efebo d’Oro Documentario con “A Proposito di Franco”). Tuttavia, non nasconde le difficoltà nella lunga e ardua strada che spera possa un giorno portare a coronare il suo sogno. Attualmente, Gaetano Di Lorenzo lavora in una nota pasticceria di Palermo per potere sostenere l’autoprodzione dei suoi film. Molti i progetti in porto da anni, in attesa del reperimento di fondi per sostenere le spese logistiche ma, come racconta, «è difficile trovare una casa di produzione che decida di investire su un’opera prima». Aggiunge anche: «Certo è necessaria un’idea brillante ma bisogna considerare anche le difficoltà finanziarie. Vivere solo di questo non è possibile e tra l’altro il corto non ha un ritorno economico ma può averlo nell’immagine, pur non portando ad altissimi livelli. I giovanissimi sono molto avvantaggiati per i mezzi di cui dispongono ma il settore è molto inflazionato per cui è necessario disporre di idee buone e svilupparle al meglio». Presentato in occasione dell’Efebo Corto Festival, il suo “Nell’aria” è un’ironia amara e grottesca dei nostri tempi.

Riguardo Miryam Lo Dato

Miryam Lo Dato
Laureata in Lettere presso l'Università degli Studi di Palermo, specializzata in Filologia Moderna e Italianistica.

Leggi anche

i vincitori di 72 ore film project provenienti da Catanzaro

I vincitori dell’Efebo Corto Festival 2015: i “GR3D” si raccontano

Grande successo per i vincitori dell’11ª edizione dell’Efebo Corto Festival 2015. Il cortometraggio che ha …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *