Home / #OltreUnipa / Dove studiare in tranquillità
biblioteca-400x215

Dove studiare in tranquillità

Si sa che lo studio viene più semplice se si ha un buon metodo, che può comprendere sia una buona organizzazione che un luogo confortevole in cui potersi applicare, possibilmente dove poter anche utilizzare gli strumenti che ormai accompagnano lo studio e la vita di molti studenti universitari, ovvero i tablet e i notebooks. Ma dove andare quando a casa non ci si riesce a concentrare e magari l’ateneo in via delle scienze è troppo lontano? (è noto infatti che all’interno dell’università sono numerose le aule e le biblioteche dotate di wifi dove poter studiare). Perciò ecco una lista dei possibili posti in cui poter andare (e variare fa bene, si sa!):

  • Villa Costa (Cafè letterario Costes)

filename-costes-2-jpg

Il Cafè Letterario Costes è un buon compromesso per chi sta più in periferia ma neanche troppo lontano dalle vie principali che portano verso il centro storico. La villa infatti si trova in viale Lazio (all’incrocio con viale Campania) e offre una struttura esterna e una interna, dove si può studiare gratuitamente (nella sezione della biblioteca, “Verde Terrasi”, dove si possono anche prendere in prestito i libri) e ci si può connettere al wifi del bar. Aperto da lunedì a giovedì dalle 09:00 alle 18:00, la domenica dalle 9:00 a 00:00, da venerdì a sabato dalle 09:00 alle 03:00 (il complesso nel fine settimana infatti spesso diventa un luogo di eventi e serate). La biblioteca rimane aperta per chi vi vuole studiare anche il mercoledì pomeriggio fino alle 18:00.

  • Villa Trabia

villa-trabia

Avvicinandoci verso il centro, troviamo villa Trabia in via Antonio Salinas 3, villa storica di Palermo all’interno della quale si trova la biblioteca comunale “Villa Trabia” (circondata dallo splendido parco) oggi inoltre sede dell’assessorato alla Cultura, Turismo e Sport. Qui è possibile per gli studenti poter studiare in tranquillità con l’eventuale utilizzo del wifi libero. La biblioteca è aperta dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 18:00.

  • Biblioteca comunale sede di Casa Professa

biblio2

Arrivati al centro storico, la scelta è sicuramente più vasta. La biblioteca comunale sede di Casa Professa, accanto il quartiere Ballarò, (precisamente a piazza Casa Professa 1) è aperta per gli studenti lunedì martedì e giovedì dalle 8:30 alle 13:45, il mercoledì anche dalle 14:45 alle 17:45. Casa professa è il polo del Sistema Bibliotecario Cittadino del comune di Palermo.

  • Biblioteca Centrale della Regione Siciliana

biblioteca-400x215

In pieno centro, Corso Vittorio Emanuele 429 – 431, si trova la biblioteca regionale, già abbastanza nota dagli studenti e dalla città per la sua bellezza e i suoi spazi. L’area di consultazione e lettura è aperta dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 19:00.

  • Centro Linguistico di Ateneo (CLA)

734003_441765349241146_918244818_n

Famoso è anche il CLA, il centro dove non solo si tengono le lezioni di lingue per gli studenti ma vi sono anche diverse aule (e chiaramente la biblioteca) dove poter studiare. Il CLA si trova vicino la stazione centrale, a piazza S. Antonino 1.

  • Feltrinelli

felt

La nota libreria Feltrinelli dispone anche di un Cafè con wifi e consultazione dei libri e si può considerare un posto diverso ma gradevole in cui poter leggere o studiare. Si trova in via Cavour, vicino al Teatro Massimo ed è aperta dal lunedì al sabato dalle 9:30 alle 21:00, la domenica dalle 10:00 alle 21:00.

  • Biblioteca comunale di Pallavicino

Infine poi, per chi abita ancora più lontano, magari vicino alla nostra amata Mondello, una soluzione può trovarsi con la biblioteca di Pallavicino, disponente di libri e connessione, in via Giuseppe Spata 20. La biblioteca è aperta dal lunedì al venerdì dalle 09:15 alle 13:00, il mercoledì dalle 15:00 alle 17:30.

Questi alcuni possibili suggerimenti, ma innumerevoli anche se sconosciuti sono i posti in cui poter studiare, dai semplici bar per strada che ormai spesso offrono la connessione alle biblioteche, anche troppi da elencare in realtà. Palermo è una città che sa offrire questi servizi agli studenti, anche se carenti di pubblicità. A voi sperimentarli.

Buono studio!

Riguardo Cristina Ciulla

Cristina Ciulla
Studentessa della facoltà di legge dell'Università degli studi di Palermo, redattrice per IostudioNews e per Masterlex.it, anno '94.

Check Also

IMG_0069

Volver, lo spettacolo dedicato alla memoria dei migranti del Novecento in replica

Il cast è composto unicamente da giovani attori migranti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *