Home / #ErsuCultura / Diventa fotografo di scena con Legalit-Ars
corso-fotografia1_accademia-scala

Diventa fotografo di scena con Legalit-Ars

La Fondazione Teatro Massimo di Palermo, in collaborazione con ATS (Teatro San Carlo – Napoli, Teatro Pubblico Pugliese – Bari, Teatro Massimo Bellini – Catania, Accademia Teatro alla Scala – Milano) nell’ambito di Legalit-Ars, progetto di formazione e diffusione delle Arti e Mestieri dello Spettacolo per lo sviluppo della Legalità, organizza dei Corsi di formazione dedicati a giovani in cerca di occupazione.
Obiettivo del progetto è quello di intervenire in ambito formativo ed artistico con azioni in grado di generare un impatto positivo a favore del tessuto sociale. Si sviluppa, infatti, in linea con le indicazioni provenienti dalla Comunità Europea che, negli ultimi anni, ha posto l’accento sull’aggravarsi di fenomeni di disagio, primo tra tutti l’abbandono scolastico.
La cultura e lo spettacolo dal vivo si pongono da sempre come intermediari ideali per il miglioramento del contesto ambientale, trasmettendo valori e stimoli in grado di facilitare la convivenza e il rispetto reciproco attraverso peculiarità proprie del processo creativo. Il progetto vuole quindi sostenere l’occupazione fornendo punti di riferimento chiari ai giovani, guidandoli tra le opportunità formative, e conseguentemente, lavorative.

Il corso per fotografo di scena si pone l’obiettivo di formare ragazzi che siano in grado di realizzare immagini fotografiche per la documentazione e testimonianza del processo creativo di uno spettacolo teatrale e della sua realizzazione scenica. Fine del progetto sviluppare nell’allievo la capacità di svolgere in autonomia l’intero processo di realizzazione dei servizi fotografici, dall’acquisizione dell’immagine, all’editing e postproduzione fino alla finalizzazione (esportazione delle immagini e/o stampa), con particolare approfondimento delle tecniche e tecnologie digitali. Verranno inoltre affrontati contenuti dedicati al video e alla fotografia intesa in senso più ampio, non soltanto teatrale.

Data la specificità del mestiere, che chiede al professionista di intervenire su singole produzioni per periodi molto ristretti, il percorso di stage non sarà svolto presso un’unica istituzione/ente, ma consisterà in un’esercitazione pratica che si terrà presso diversi enti di spettacolo, in modo da dare agli allievi la possibilità di sperimentarsi fotografando differenti generi teatrali e di conoscere differenti tipologie di spazi scenici.

Per le informazioni sul corso è possibile consultare il sito internet http://www.teatromassimo.it/audizioni-selezioni-e-bandi/legalitars/legalitars-corso-di-formazione-per-fotografo-di-scena.html

Per i requisiti obbligatori e la domanda di ammissione consultare invece il bando di concorso. Per ulteriori informazioni tel. +39 091 6053420 – fax +39 091 6053124; email: progettolegalitars@teatromassimo.it

Riguardo Gaia Butticè

Gaia Butticè
Nata ad Agrigento il 12/03/1991, vivo tra Favara e Palermo. Ho una laurea in Lettere e sono al momento iscritta al secondo anno di Filologia moderna e italianistica

Leggi anche

locandina generale

Al via la terza edizione del Mondello Mudd Festival

Il Mondello Mudd Festival, il cui nome deriva dall’etimo arabo di Mondello (unità di misura equivalente a circa 273 mq e 4 lt), è un festival diffuso ed interdisciplinare, realizzato in sinergia con istituzioni, realtà culturali, associazioni e aziende private, che vede quest’anno, come terza edizione, dal 9 al 16 giugno anche la collaborazione speciale dell’Accademia di Belle Arti di Palermo. Si tratta di un progetto partecipato, con un forte coinvolgimento del territorio, capace di attrarre nuovi stimoli esterni. Gli eventi del festival (simposi, performance, esposizioni artistiche) vengono portati nei luoghi più suggestivi che raccontano la cittadina di Mondello. Il festival vuole dare un contributo concreto allo sviluppo della borgata marinara, che ha in sé le qualità e le potenzialità per diventare un nuovo polo attrattore di flussi di turismo culturale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *