Home / #IoDicoLaMia / Definite le somme del Fondo di Finanziamento delle Università 2016. Ecco quanto incasserà UniPa.
no tax area
Fonte: ROARS

Definite le somme del Fondo di Finanziamento delle Università 2016. Ecco quanto incasserà UniPa.

Il 29 Dicembre, il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha firmato il decreto con i criteri di ripartizione della quota premiale e dell’intervento perequativo del Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO) delle Università statali per l’anno 2016 e le conseguenti cifre di ripartizione. Sono così definite tutte le risorse assegnate a ciascuna università e, esaminando il riparto della quota premiale, si possono apprestare delle valutazioni sulle prestazioni delle università italiane.

Il decreto è importante anche per tastare il polso dello stato di finanziamento dell’Università che si può definire identico. Infatti se il Fondo di Finanziamento perde 49 milioni, il piano straordinario di chiamata dei docenti ne acquista 52 arrivando in questo modo ad equilibrare la cifra.

Fondo di Finanziamento università, i dati di Palermo

Sebbene, come notato da Marzio Bartoloni nel suo articolo su Scuola24: “Il Sud riprende fiato” e “alla fine a guadagnare di più rispetto al 2015 sono addirittura degli atenei del Sud. E cioè: Catanzaro (+12.2%), Università della Campania (+6,2%) e Napoli Orientale (+4,1%).” Fra gli atenei che hanno avuto un incremento di finanziamento non figura l’Università degli Studi di Palermo per la quale i fondi risultano essere impercettibilmente inferiori. Palermo perde infatti 1,97 milioni su un finanziamento che per il 2016 ammonta a 194,63 milioni (il 2,96% del finanziamento totale) rispetto al 2015 quando UniPa ottenne 196,60 milioni (pari al 2.98 % del finanziamento).

Andando più a fondo nel dato si registrano, ciononostante, delle novità interessanti perchè UniPa acquista – a finanziamenti inalterati – 3,26 milioni nella quota premiale, perde finanziamento sulla quota base e sul fondo perequativo malgrado quest’ultimo valga 90 milioni in più rispetto al precedente anno. All’ateneo Palermitano vanno quindi 145,45 milioni di euro per la parte di finanziamento base, 36,96 milioni per la quota premiale, 6,75 milioni a titolo di ridistribuzione della ricchezza nei diversi territori nazionali e 5,49 milioni per il piano straordinario dei ricercatori.

Fondo di Finanziamento università, i dati di Palermo

Interessante è infine l’analisi della ripartizione della famigerata quota premiale.

All’Università di Palermo vengono assegnati maggiori fondi (4,85 milioni) per la Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR), i criteri modificati, prendono atto del miglioramento della performance e quindi, questo dato è da salutare positivamente. L’Ateneo ha fatto meno rispetto al 2015 rispetto alle politiche di reclutamento (per le quali si prendono 5,98 milioni a fronte del 7,85 precedenti) mentre si deve registrare un costante aumento del dinamismo internazionale (che giova ad UniPa 1,97 ml). Buoni i risultati rispetto alla popolazione studentesca attiva ovverosia quella che ha conseguito più di 20 cfu durante un anno accademico con un incremento di 2,3 milioni ( da 2,97 a 3,20).

Fondo di Finanziamento università, i dati di Palermo

Clicca qui per consultare il decreto di assegnazione e le tabelle

Riguardo Andrea Cannizzaro

Andrea Cannizzaro
Nato il 29 luglio 1994 a Palermo dove frequento il corso di studi in Giurisprudenza. La mia mail è andreacannizzaro94@gmail.com

Leggi anche

la Copia_Allegato1_RAP-S.p.A._Brochure-info-sulla-raccolta-differenziata

Raccolta differenziata dei rifiuti. Il direttore dell’Ersu scrive agli studenti ospiti delle residenze universitarie

La lettera del direttore ERSU sul nuovo sistema di raccolta differenziata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *