Home / #ErsuCultura / Il Dalai Lama torna a Palermo
Dalai Lama front

Il Dalai Lama torna a Palermo

Il prossimo 18 Settembre alle ore 9, la città di Palermo ospiterà il XIV Dalai Lama.
Grazie all’iniziativa del Comune di Palermo, Tenzin Gyatso, monaco buddista tibetano nonchè attuale Dalai lama, terrà una conferenza presso il Teatro Massimo di Palermo, riguardante il tema “Educazione alla gioia”.
Il titolo scelto fa riferimento a “Il Libro della Gioia” di Douglas Abrams sul dialogo tra il Dalai Lama e Desmond Tutu, arcivescovo sudafricano, entrambi Nobel per la Pace.
Il libro, incentrato sulla ricerca della vera gioia, si articola in tre sezioni.
La prima si concentra sugli insegnamenti del Dalai Lama e dell’arcivescovo Tutu, si tratta di una riflessione sulla ricerca della gioia nella vita quotidiana, sul dolore, la miseria e l’insoddisfazione che causa la nostra società, in molti aspetti disorta.
Il messaggio è quello di una gioia che prescinde il materialismo attuale, la condizione economica, educazione o religione ma è piuttosto uno stato innato che tutti gli essere umani possiedono.
La seconda sezione tratta le scoperte scientifiche sui meccanismi fisici che regolano “la felicità”. È stato infatti recentemente scoperto che la meditazione apporta notevoli benefici al cervello di chi la pratica.
L’ultima sezione che racconta la settimana trascorsa dall’arcivescovo Tutu e dal Dalai Lama a Dharamsala, in India, rende il lettore partecipe in prima persona del viaggio e delle loro riflessioni sulla gioia come atteggiamento mentale.
Dalai Lama
Nel 1996 il Dalai Lama è stato presente nel capoluogo siciliano in occasione della mostra fotografia sul Tibet curata dal famoso attore americano Richard Gere con cui ha poi preso parte ad una conferenza sui diritti umani.
In quella stessa occasione ha ricevuto dall’attuale sindaco Leoluca Orlando la cittadinanza onoraria.
L’evento, che vede i palermitani entusiasti di riaccogliore il loro concittadino onorario, ha fatto il sold out dei biglietti a due giorni dall’uscita al botteghino.
Viste le tante adesioni, sarà possibile partecipare all’evento anche tramite la diretta streaming che si terrà presso il cinema Rouge et Noir.
Nei giorni precedenti la conferenza, il Comune di Palermo sta programmando un ciclo di eventi a tema. Tra le ipotesi, proiezioni di film sulla tradizione Tibetana, mostre fotografiche, la realizzazione di un mandala, simbolo dell’universo, crescita e trasformazione degli esseri umani, e una sessione di meditazione aperta alla città, sotto la guida di un Maestro occidentale.

Riguardo Giorgia Ciulla

Leggi anche

WhatsApp Image 2019-04-02 at 18.43.20

L’Aeolian Vocal Ensemble vola a Riga

L'AEOLIAN Vocal Ensemble è in partenza per la Lettonia, dove parteciperà come unico coro italiano alla prestigiosa manifestazione internazionale Riga Sings International Choir Competition, che si svolgerà dall'1 al 5 maggio. L'Aeolian Vocal Ensemble è nato da un'idea di Monica Faja. Il suo nome è molto noto negli ambienti musicali della Città ed anche al di fuori di essa. Monica, insieme alle altrettanto celebri sorelle Flora e Roberta, tutte musiciste e cantanti, sono infatti virtuose figlie del compianto Maestro Angelo Faja, flautista e direttore d’orchestra di fama internazionale che è stato per vent’anni maestro preparatore dell'Orchestra Giovanile Italiana. Le tre artiste sono inoltre nipoti del Maestro Norino Buogo, illustre docente di Solfeggio e Teoria Musicale, colonna del Conservatorio Scarlatti di Palermo, e che è stato anche lui per molti anni Direttore di Coro. Monica, pensando a come i suoi studenti potessero approcciarsi attivamente alla musica anche fuori dalla scuola, ha costituito, richiamando un gruppo di ex allieve, un coro di voci bianche tutto al femminile. Le componenti del gruppo sono poco più di 30, principalmente tra i 14 e i 24 anni, tutte provenienti dall’esperienza del Coro di Voci Bianche della Scuola “A. Pecoraro” di Palermo. Il repertorio scelto, senza preclusione di genere, epoca, lingua e nazionalità, pone una particolare attenzione al Classico Contemporaneo (Erika Budai, Rupert Lang, Eric Whitacre, Fabio Alberti, Karl Jenkins, Susanne Lindmark, John Rutter; David L. Brunner; John Hatfield; Loreena McKennitt;…) evidenziando una ricerca approfondita sulle nuove tendenze musicali in fatto di coralità, senza tralasciare il doveroso aggancio con il repertorio tradizionale (Vivaldi, Bach, Pachelbell, Purcell, Strauss). Non mancano i brani arrangiati e riorganizzati dal gruppo in funzione del coro. ll repertorio alterna brani a cappella con altri con accompagnamento pianistico e percussioni, curato rispettivamente dai maestri Rosalba Coniglio e percussioni Gaspare Renna, i quali accompagneranno il coro nella trasferta lettone. Durante l’esibizione il coro intreccia il suo canto con particolari movimenti scenici appositamente studiati dalla formazione,guidata dalla coreografa Sabrina Piazza. La combinazione di movimenti simbiotici alle armonie, ritmi e vocalità dà vita ad una autentica esperienza musicale sia per gli artisti che per gli spettatori. regalando un’esperienza a tutto tondo, diversa dalla stereotipata staticità delle formazioni corali. L'insieme di tutte queste caratteristiche rende l''”Aeolian Vocal Ensemble” l’unico coro femminile di questi tipo presente in Sicilia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *