Home / #CampusLife / Dal Texas a Palermo per studiare a Unipa
texas

Dal Texas a Palermo per studiare a Unipa

Nick Lombardo è uno studente della North Texas University atterrato due settimane fa a Palermo grazie ad un progetto nato dalla collaborazione tra CSNA, SAAT-Associazione dei Siciliani in Texas con il loro fondatore Com.te Vincenzo Arcobelli, con il sostegno del Comites Houston (Comitato degli italiani all’estero), l’Università degli Studi di Palermo e l’Ersu Palermo.

Nick raccontaci un pò la tua esperienza.

In queste prime due settimane ho frequentato un corso di italiano presso la vostra università. Ringrazio di cuore il prof. Francesco Cappello che sta curando la mia permanenza qui a Palermo
E’ stata davvero una grande opportunità poter venire qui per imparare la lingua. I miei bis-nonni hanno origini siciliane, abitavano in un piccolo comune della provincia di Catania e quindi da sempre sognavo di poter rivedere i luoghi in cui hanno vissuto i miei avi. Spero di poterci ritornare. Qui sembra di essere a casa mia.

Consiglieresti  un tuo amico di venirci a trovare? 

Si senz’altro. Sono stato colpito dalla vostra accoglienza, dalla professionalità degli insegnanti e dal supporto ricevuto da parte di tutto lo staff oltre che dalle arancine palermitane.

Che pensi delle nostre strutture universitarie.

Qui avete molti dipartimenti sparsi per la città e devo dire che non è male. Anche all’interno della struttura universitaria ho notato che siete più una famiglia. Non è come in America. Penso che questo possa aiutare molto lo studente nel suo percorso di studi ma anche quelli come me che vengono per un progetto-studio.

La vita all’interno del college americano è davvero quella che si vede nei film?

Si, quei film la rispecchiano molto. All’interno del college abbiamo la possibilità di partecipare a molte attività extrascolastiche. Abbiamo la squadra di football, le cheerleaders, il gruppo di musica,di giornalismo, di nuoto e non mancano di certo le feste.All’interno dei college gli studenti posso entrare a far parte delle confraternite, ma non fanno per me. Entrare a farne parte non è semplice, talvolta ti devi sottoporre a diverse prove. Ogni confraternita all’interno del college ha una sorta di casa dove poter studiare anche se le biblioteche sono sempre aperte h24. C’è una grande sinergia fra le università e il mercato del lavoro. Spesso sono le stesse aziende che offrano ai giovani posti di lavoro mentre ancora frequentano l’università.

Che pensi di Palermo.

Ho visto molto di Palermo in questi giorni. Non potevo non visitare i mercati storici della città, Vucciria e Ballarò dove di notte diventano il punto di riferimento per la movida studentesca. Fra una settimana festeggerò il mio compleanno. Penso che andrò in Vucciria. Mi ha colpito molto l’ospitalità dei siciliani.
Mi sono perso un giorno ma in fondo a Palermo ogni strada ti porta verso casa. Non è sempre semplice poter comunicare con le persone ma devo dire che i siciliani amano gli americani per cui non posso lamentarmi.

Rispetto all’idea che ti eri fatto su Palermo prima di venirci, hai trovato qualche differenza.

Esistono tanti stereotipi sulla Sicilia e sui siciliani . Devo dire che rispetto a quello che avevo visto in alcuni telefilm, non ho visto alcuna sparatoria per strada. Sapevo della grande ospitalità dei siciliani e non posso che confermarla. Di contro posso dire che i siciliani sono davvero le persone più stravaganti alla guida.

Dicci un pò le differenze fra Palermo e il Texas.

Tante sono le differenze tra Palermo e il Texas, entrambi hanno i loro aspetti positivi e negativi.

Se dovessi elencare una sola differenza. 

A Palermo manca Walmart! (il più grande rivenditore al dettaglio nel mondo, prima multinazionale al mondo nel 2010 per fatturato e numero di dipendenti) Scherzo. Se dovessi elencare una sola differenza direi che in America bisogna viaggiare molto per poter vedere opere e monumenti cosi belli che, invece, qui a Palermo li avete in ogni angolo. In ogni strada c’è qualcosa di stupendo. Ah dimenticavo, le ragazze siciliane sono più belle delle americane!

Una caratteristica che invece le accomuna.

Il grande amore per il cibo.

Da turista che visita per la prima volta Palermo, che consiglio ti senti di dare al sindaco Orlando per migliorare la città.

Non ci sono per la città abbastanza indicazioni e  informazioni in lingua inglese, talvolta ho avuto difficoltà persino ad ordinare qualcosa da mangiare perchè non vi erano i menù in inglese.

Si dice che al sud in genere si piange due volte, quando si arriva e quando si parte. Tu piangerai? 

Mi mancherà molto Palermo, spero di tornarci e di viverci almeno per un anno quando terminerò i miei studi. Mi mancherà la vostra accoglienza.

Ha collaborato come interprete Maria Dalia Tarantino

In foto: da sx Mario Guagliardo, Prof. Francesco Cappello, Nick Lombardo, Maria Dalia Tarantino, Angelo Casano

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Leggi anche

dems unipa

Al DEMS di Unipa si discute di Politiche del Lavoro

Il 20 novembre 2019 - dalle 09.00 alle 17.00 - il Dipartimento di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali (DEMS) organizza un Convegno - trasmesso anche in diretta streaming - per discutere dei cambiamenti che stanno investendo il ruolo degli esperti in servizi e politiche del lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *