Home / #ErsuCultura / Giornate Europee del Patrimonio 2016: un weekend tra l’arte
google

Giornate Europee del Patrimonio 2016: un weekend tra l’arte

#culturaèpartecipazione è l’hashtag ufficiale scelto quest’anno per la manifestazione “Giornate Europee del patrimonio 2016” promossa dal consiglio d’europa e dalla commissione europea nel 1991 e che da ormai ben venticinque anni vuole riaffermare il ruolo centrale della cultura nella società italiana offrendo la possibilità di visitare i musei statali (e anche moltissimi luoghi non statali come gallerie, fondazioni e associazioni private che aderiscono all’iniziativa), gratuitamente durante i normali orari di apertura e al prezzo simbolico di un euro durante l’apertura straordinaria serale di sabato 24.

Due i temi al centro dell’evento presenti nell’articolo 2 della convenzione nella quale vengono riportati i concetti che la animano:

L’eredità culturale, che è un insieme di risorse ereditate dal passato che le popolazioni identificano, indipendentemente da chi ne detenga la proprietà, come riflesso ed espressione dei loro valori, credenze, conoscenze e tradizioni, in continua evoluzione. Essa comprende tutti gli aspetti dell’ambiente che sono il risultato dell’interazione nel corso del tempo fra le popolazioni e i luoghi.
Una comunità di eredità, costituita da un insieme di persone che attribuisce valore ad aspetti specifici dell’eredità culturale, e che desidera, nel quadro di un’azione pubblica, sostenerli e trasmetterli alle generazioni future.

La manifestazione da anni permette infatti di ribadire l’idea della ricchezza del patrimonio culturale nazionale dando anche la possibilità, ai luoghi della bellezza meno conosciuti, di valorizzarsi.

Le Giornate Europee del Patrimonio avranno luogo:
  •     sabato 24 settembre – con orari e costi ordinari nel corso della giornata e apertura straordinaria serale di tre ore al prezzo simbolico di 1 euro, con le gratuità previste solitamente per legge.
  •     domenica 25 settembre – con orari e costi ordinari.

A palermo aderirà all’iniziativa la Galleria d’Arte Moderna visitabile gratuitamente per tutto il weekend, mentre Palazzo Branciforte aderirà all’apertura serale di sabato 24 con ingresso al costo di un euro ogni trenta minuti, dalle 19:30 fino alle 24:00.

SiciliAntica propone invece l’iniziativa: “Tommaso Natale, storia e architettura di un luogo rurale” con una visita guidata, curata da Fabrizio Giuffrè, il 25 settembre alle ore 09:30.

 

Riguardo Clarissa Caramanno

Clarissa Caramanno

Leggi anche

Nilde

Nilde, la mostra fotografica contro la violenza sulle donne

Lunedì 25 novembre (Giornata Mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne) si inaugurerà al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Palermo(via Maqueda, 172), alle ore 17:00, la mostra fotografica “Nilde”. Un momento di denuncia su un tema purtroppo molto attuale, la violenza sulle donne, che drammaticamente si ripropone con una sempre crescente frequenza. La mostra potrà essere visitata sino al 29 novembre (dalle ore 8:00 alle ore 19:00). Al progetto, diretto da Federica Palmeri e prodotto da ReAzione Giurisprudenza, hanno aderito Amnesty International e l’assemblea nazionale Non una di meno. All’evento sarà presente Letizia Battaglia, figura centrale della fotografia internazionale, che esporrà una foto che immortala Franca Rame negli anni successivi alla violenza sessuale subita nel 1973.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *