Home / #OltreUnipa / Cresce il numero di turisti in Sicilia
siclia
foto: it.123rf.com

Cresce il numero di turisti in Sicilia

Secondo i dati pubblicati da Sicilying, il primo tour operator online dedicato alla Sicilia,  sul turismo nell’isola,  negli ultimi due anni si è registrata una netta ripresaNel 2014 sono state registrate quasi 15 milioni di presenze e 4,5 milioni di arrivi.  Oltre all’aumento dei turisti, confermato per il 2015 nonostante non ci siano ancora statistiche precise, emerge  che il 47,8 per cento dei visitatori arrivati sul territorio proviene da altri Paesi, mentre il restante 52,2 per cento è composto per lo più da italiani.
turismo
I primi trascorrono in media 3,57 giorni sull’Isola, i secondi 2,94 giorni, per una media di 3,24 giorni. Ma le presenze sono concentrate tra aprile e ottobre, a testimonianza della difficoltà di destagionalizzare. Sicuramente la destagionalizzazione del turismo in Sicilia sarà uno dei temi principali a cui la politica e il mondo imprenditoriale dovrà trovare una soluzione.

Continuando ad analizzare i dati, secondo le stime della società di consulenza italiana Risposte Turismo, il 2016 sarà inoltre contrassegnato da un incremento di crocieristi movimentati nei porti siciliani. Buon incremento per il porto di Messina (+12,6%, pari ad oltre 371mila passeggeri) e per quello di Catania. Stabile il numero dei passeggeri che s’imbarcheranno o sbarcheranno a Palermo.

Ai dati numerici dobbiamo aggiungere la grande quantità di siti Unesco che la Sicilia oggi possiede. 
I riconoscimenti Unesco se valorizzati –secondo gli esperti– sarebbero un ottimo trampolino di lancio per il turismo e per il recupero del patrimonio artistico e culturale del territorio.
La Sicilia solo nel corso dell’ultimo anno ha ottenuto ben due di  riconoscimenti : il primo per la pratica agricola della vite zibibbo dell’isola di Pantelleria, il secondo per l’itinerario Arabo Normanno nel capoluogo siciliano. Questi ultimi vanno ad aggiungersi agli altri sei siti Unesco già esistenti :La Valle dei Templi di Agrigento, La Villa Romana del Casale di Piazza Armerina, Le isole Eolie, Le città barocche della Val di Noto,  Siracusa e la Necropoli di Pantalica e infine il Monte Etna.

La Sicilia ha, dunque, tutte le carte in regole per poter espandere il proprio bacino turistico, aprirsi al mondo e far conoscere la straordinaria bellezza dei suoi paesaggi, dei suoi monumenti artistici, architettonici e la calorosità dei siciliani. Se dimostrerà di saper stare al passo dei tempi, investendo in ricettività, infrastrutture e trasporti non avrà nulla da invidiare al resto del mondo. 

 

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Leggi anche

Comando Marittimo Sicilia

Tirocini: continua la sinergia tra l’Università di Palermo e il Comando Marittimo Sicilia

Per il secondo anno consecutivo il Comando Marittimo Sicilia ha aperto le sue porte per permettere ad alcuni studenti dell'Università degli Studi di Palermo di svolgere un tirocinio formativo presso l’Ufficio Pubblica Informazione della sede di Augusta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *