Home / #Ambiente / Costa Sud di Palermo: di nuovo balneabile nel 2017?
costa-sud-3

Costa Sud di Palermo: di nuovo balneabile nel 2017?

Dopo ben 48 anni dall’imposizione del divieto di balneazione, la Costa Sud di Palermo tornerà balneabile nel 2017? Si parla, in particolare, della zona che parte da Sant’Erasmo e procede lungo via Messina Marine. Un’occasione per la nostra città, che offrirebbe dopo tanta attesa, a cittadini e turisti, una nuova zona balneabile vicino alla zona del centro storico.

La notizia della balneabilità della zona, risale comunque a questa estate, cosa che ha suscitato l’interesse e l’entusiasmo di molti, che hanno deciso di passare le loro giornate estive nelle acque che bagnano il litorale di Romagnolo, della Bandita e di Acqua dei Corsari. Tutto questo, è reso possibile grazie al grande impegno della Seconda Circoscrizione del Comune di Palermo, che ha portato avanti il progetto con l’aiuto e il sostegno dell’Amministrazione Comunale.

Così, in occasione della “Festa di fine estate“, tenutasi all’inizio di Ottobre e organizzata dalla Seconda Circoscrizione a Romagnolo, il sindaco Leoluca Orlando, ha sottolineato come l’obiettivo della riqualificazione della zona, sarà perseguito con molto impegno da parte del Comune di Palermo.

“Lavoriamo perché presto sia finalmente revocato il divieto di balneazione lungo la costa sud della città –  ha detto Orlando -, perché dopo aver restituito alla fruizione pubblica e al decoro le spiagge, si possa restituire ai palermitani e ai turisti anche il mare, negato da troppi decenni. Questa festa arriva al termine di una stagione straordinaria che ha visto una grande sinergia fra l’Amministrazione comunale, la Circoscrizione e le Aziende per restituire vivibilità e visibilità ad una parte della città che ha una grande storia e che può rappresentare un grande volano di sviluppo, oltre che di ritrovata socialità. Questa festa chiude una stagione estiva veramente straordinaria,con le spiagge di questo litorale tornate affollate da palermitani finalmente accolti da un ambiente decoroso. Nello spirito del lavoro che in tutti i settori caratterizza il nostro operato, la Costa Sud rappresenta un esempio perfetto – prosegue -: abbiamo unito un lavoro certosino e minuzioso sul territorio per riportare pulizia e vivibilità; allo stesso tempo abbiamo programmato e pianificato, con il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo, interventi a lungo termine e strutturali. Un grazie particolare – ha concluso Orlando – va rivolto alla Circoscrizione e al suo presidente, che hanno agito in modo egregio da punto di contatto fra territorio e aziende, con uno spirito di collaborazione e servizio che è stato fondamentale ed ha trovato pronto riscontro da parte di Reset, Rap e uffici dell’amministrazione.”

Alla festa erano presenti tra gli altri anche i Consiglieri della stessa Circoscrizione, il presidente Antonio Tomaselli, gli Assessori Gini e Marino, il Presidente e diversi operai della Reset fra quelli che sono stati impegnati negli interventi di pulizia e manutenzione delle spiagge, il consigliere della RAP Maurizio Miliziano.

“Il consiglio circoscrizionale – afferma il presidente Antonio Tomaselli – ha fortemente voluto il recupero della Costa Sud e dopo tanto lavoro siamo riusciti, grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale e con le aziende partecipate, a restituire una delle spiagge ‘storiche’ della nostra città  alla cittadinanza. Ogni angolo di Palermo può e deve essere recuperato e restituito alla fruibilità dei palermitani“.

Riguardo Clara Ambrosi

Clara Ambrosi
Nata il 12/11/1994 a Palermo, scrivo per il blog di informazione online “Il Giornale di Isola”, per il giornale sportivo online "Lo Sport 24" e per il blog universitario “IoStudio”. Studio legge alla facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo e sono appassionata di viaggi, libri, cinema,musica e sport.

Leggi anche

Mother breastfeeding child

Allattare, le ragioni spiegate alle giovani donne in 60 secondi

Il latte materno non è solamente il miglior alimento possibile per ogni neonato, ma è …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *