Home / #Mondo / Corsi online professionalizzanti gratuiti dal Politecnico di Milano
fonte: pok.polimi.it
fonte: pok.polimi.it

Corsi online professionalizzanti gratuiti dal Politecnico di Milano

fonte: polimi.it
fonte: polimi.it

Stanno per iniziare i nuovi corsi MOOCs (Massive Online Open Courses) del Politecnico di Milano.
Il portale MOOCs universitario italiano è nato a giugno 2014 e offre corsi online gratuiti aperti a tutti e conta più di 17.000 iscritti. I corsi sono pensati per mettere al servizio della società le competenze dell’Ateneo ed hanno l’obiettivo di fornire agli studenti una maggior consapevolezza delle competenze non strettamente tecniche importanti nel mondo del lavoro. I percorsi sono sviluppati mediante scenari in modo da supportare lo studente nella gestione delle relazioni interpersonali in ambiente lavorativo o fornire elementi di base utili in ambiente professionale.
Si va quindi dalle basi del “coding” informatico alla gestione dei conflitti, dall’introduzione alla fisica sperimentale alla gestione dei gruppi interdisciplinari.

Per vedere tutti i corsi disponibili, visitare il  Portale MOOC.

La piattaforma tecnologica di base è una personalizzazione di Open-edX, la piattaforma open source rilasciata da edX, iniziativa nata da una joint venture tra da MIT e Harvard.

Riguardo Giuseppe Palazzotto

Studente in Ingegneria Informatica, Laurea Magistrale. E' stato rappresentante degli studenti presso la Scuola Politecnica ed il Consiglio di corso di studi. E' tra i fondatori del blog www.lalapa.it Nel sociale svolge attività con il Rotaract Club Palermo Agorà. E' stato giocatore a livello agonistico di scacchi ed ora nel tempo libero svolge attività riconosciuta dal Coni e dalla Federazione come istruttore ed arbitro.

Leggi anche

foto incontro softpower

I giovani italiani ambasciatori della Nation Branding. Concluso il Seminario di Palermo

Il Seminario di Palermo promosso dal Consiglio Generale degli Italiani all’Estero: i giovani italiani ambasciatori del Vivere all’Italiana. La proposta durante l’incontro sul soft power italiano: cos’è e cosa c’entrano i giovani italiani nel mondo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *