Home / #Mondo / Con Erasmus+ corsi di lingue anche per i rifugiati
refugees_2

Con Erasmus+ corsi di lingue anche per i rifugiati

Il Sostegno linguistico Online Erasmus+ offre corsi di lingue online in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese, greco, ceco, danese, neerlandese, polacco e svedese a studenti universitari, studenti dell’istruzione e della formazione professionale e a giovani volontari che partecipano al programma Erasmus+.

La Commissione europea ha deciso di estendere il servizio gratuitamente, per i prossimi tre anni, a circa 100mila tra rifugiati, richiedenti asilo e titolari di protezione sussidiaria e umanitaria, senza limiti di età.

L’obiettivo è quello di promuovere l’integrazione dei rifugiati nei sistemi di istruzione e formazione in Europa e di garantire la prosecuzione dello sviluppo delle loro competenze.

Sono già diciassette i Paesi europei che hanno confermato la propria partecipazione all’iniziativa attraverso le rispettive agenzie nazionali.

In Italia, fra le sono organizzazioni che collaboreranno con l’Agenzia Nazionale per i Giovani in Italia nella distribuzione e nelle gestione delle licenze c’è anche l’associazione siciliana InformaGiovani.

I corsi di lingua OLS, che comprendono una serie di moduli autogestiti su argomenti riguardanti diverse aree linguistiche e attività interattive di live coaching, possono essere frequentati in qualsiasi momento da un computer, da un tablet e anche da uno smartphone dotato di connessione internet.

Uno strumento importante per migliorare la conoscenza di una delle dodici lingue comunitarie messe a disposizione nell’Ols anche per chi arriva in questi Paesi da migrante e vuole una possibilità in più per integrarsi.

Dopo essersi registrati all’Ols, i rifugiati devono innanzitutto sostenere un test di valutazione finalizzato a stabilire il livello di partenza di conoscenza della lingua scelta. Terminato il test, è possibile accedere al corso di lingua per una durata massima di 13 mesi. Al termine del corso, i partecipanti possono scaricare un attestato di partecipazione e, a loro discrezione, anche sostenere un secondo test di valutazione non obbligatorio per misurare i progressi compiuti.

Un limitato numero di licenze Ols è a disposizione anche per gli operatori sociali che sono direttamente in contatto con i rifugiati per accompagnarli, sostenerli e guidarli nel loro percorso.

Riguardo Marta Silvestre

Marta Silvestre
Laureata in Scienze filosofiche presso l’Università Roma Tre, ho frequentato la Scuola di Giornalismo Lelio e Lisli Basso - “Inchieste, questioni internazionali, ambiente e beni comuni”. La passione per il giornalismo nasce dalla volontà di poter dar voce a realtà altrimenti destinate a rimanere non raccontate. Ho maturato esperienze di lavoro come redattrice di vari giornali locali, raccontando in particolare vicende legate ai temi di mafia e antimafia. Durante l’ultimo anno ho svolto un tirocinio presso la redazione di cronaca e giudiziaria dell’agenzia di stampa AdnKronos e uno stage nella redazione di Sky Tg24. Attualmente collaboro anche con Italpress e Meridionews.

Leggi anche

1-1

Più formazione per i revisori dei conti nel settore dell’Istruzione. La svolta dopo il vertice con l’assessore Roberto Lagalla

Un programma di formazione dell’Istituto Nazionale Revisori Legali nelle province siciliane sulle nuove modalità di controllo contabile. Nell’incontro dell’INRL Sicilia con l’Assessore Regionale dell'istruzione e della formazione professionale pieno avvallo dell’Assessorato alla programmazione di incontri sul territorio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *