Home / #EatSicily / Cavatelli al cartoccio, consolazione post-vacanze
cavatelli-al-cartoccio

Cavatelli al cartoccio, consolazione post-vacanze

Il rientro tra le aule universitarie è ormai alle porte; vi sentite depressi per il ritorno alla quotidianità? Quale rimedio migliore se non rifugiarsi in un meraviglioso piatto di pasta?! Per il ritorno del buon umore..i cavatelli al cartoccio!

Questa ricetta affonda le sue radici nel tipico piatto dei cavatelli con sugo e melanzane, ma questa è un’ottima variante con “sorpresa finale”. Vediamo come prepararla.

INGREDIENTI:

  • Cavatelli (meglio se appena fatti in casa)
  • Passata di pomodoro
  • Melanzane
  • Mozzarella
  • Aglio
  • Basilico
  • Olio extravergine d’oliva
  • Caciocavallo / Ricotta salata / Pecorino siciliano / Parmigiano (a seconda delle preferenze) grattuggiati
  • Carta di alluminio

PREPARAZIONE:

La prima cosa da fare è preparare il sugo; fate dorare alcuni spicchi d’aglio nell’olio d’oliva, aggiungete la passata di pomodoro e continuate la cottura a fiamma bassa e mescolando spesso. Aggiustate di sale e pepe e aggiungete delle foglie di basilico per insaporire il tutto.

Per preparare le melanzane, tagliatele a cubetti, salate e lasciatele in uno scolapasta per circa un’ora. In questo modo, perderanno completamente la loro caratteristica nota amara. Una volta trascorso il tempo, friggetele in olio d’oliva abbondante, quindi scolate e fatele riposare su carta assorbente per liberarle dall’olio in eccesso.

A questo punto, cuocete i cavatelli e scolateli molto al dente (la cottura, infatti, verrà poi completata al forno).

Metteteli poi in una ciotola molto grande e conditeli con abbondante sugo, mozzarella, melanzane e formaggio grattuggiato a vostra scelta, ma fate attenzione a lasciare da parte un po’ di mozzarella e melanzane che utilizzerete in seguito. Mescolate in modo da amalgamare il tutto.

Ritagliate dei quadrati di carta d’alluminio, uno per ogni porzione che dovete preparare. Prendetene uno e posizionate al centro una porzione di cavatelli conditi, aggiungete sopra un altro po’ di mozzarella e melanzane e una generosa spolverata di formaggio; unite in alto i quattro angoli di carta e attorcigliateli come se si trattasse dell’estremità dell’involucro di una caramella (avendo cura di non stringere troppo). Una volta completata la procedura per tutte le porzioni, posizionate i cartocci su una teglia e infornate. Cuorere per una decina di minuti in forno già caldo, a 180/200°, per completare la cottura della pasta e far diventare i formaggi filanti.

PRESENTAZIONE:

Per servire il tutto, prendete direttamente i cartocci e metteteli nei piatti, in questo modo tutti i commensali “scarteranno la loro sorpresa”.

Ad attenderli, troveranno una vera esplosione di colori, odori e sapori tipici della nostra meravigliosa terra, che vi darà la carica per ricominciare.

cavatelli-al-cartoccio

 

Riguardo Mara Butticé

Mara Butticé
Nata ad Agrigento, frequenta la facoltà di giurisprudenza all'università degli studi di Palermo.

Leggi anche

Arancina’s day: fra gusto e tradizione

La lista delle arancine più buone di Palermo. C'è solo l'imbarazzo della scelta. Con carne, al burro, ai formaggi, vegetariana, al salmone, con la salsiccia e persino al cioccolato, sono tanti i gusti tra cui poter scegliere e da gustare in compagnia o da soli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *