Home / #ErsuCultura / A Camilleri la cittadinanza onoraria di Agrigento
foto: faraweb.it
foto: faraweb.it

A Camilleri la cittadinanza onoraria di Agrigento

Si è tenuta a Roma, nel febbraio scorso, in Campidoglio la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria della città di Agrigento allo scrittore Andrea Camilleri.
Durante la manifestazione, che ha visto presente anche il sindaco agrigentino Lillo Firetto, il papà di Montalbano ha affermato di essere diventato “concittadino di nonno Pirandello”.

foto: left.it
foto: left.it

Orgoglioso dell’ onorificenza ricevuta ha dichiarato: “Come si fa a non essere contenti quando un paese ti vuole suo cittadino? E’ un gesto di affetto e stima che ti onora e nello stesso tempo ti commuove. Non e’ un riconoscimento letterario, e’ un riconoscimento umano e questo mi fa assai piu’ piacere”. Con i suoi 90 anni, Camilleri è uno scrittore da oltre 30 milioni di copie vendute il tutto il mondo con libri tradotti in diverse lingue. Ma il suo successo non riguarda solo i libri, Camilleri è stato anche regista e sceneggiatore e, anche se molti non lo sanno, si è cimentato anche nei panni di attore.
Originario di Porto Empedocle, il papà di Montalbano è un personaggio poliedrico e dalle mille risorse che, però, è rimasto sempre legato alla sua Sicilia. Ed è proprio ad Agrigento che, trascorrendo qui una parte della sua vita, Camilleri si è formato. Ha studiato, infatti, al liceo classico agrigentino, dove ha ricevuto molti insegnamenti importanti da parte di due professori che lui reputa ancora oggi dei “maestri”. Ed è sempre qui che lo scrittore ha stretto lunghe e forti amicizie.
Durante la cerimonia l’ Anas ha annunciato, inoltre, che la strada statale 640 di Porto Empedocle, cambierà nome e sarà chiamata “La strada degli scrittori“, in onore, oltre che di Camilleri, di autori come Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia, che hanno vissuto negli stessi luoghi che la statale attraversa.

 

 

Riguardo Giorgia La Marca

Leggi anche

primavera shima

La pianista Primavera Shima per l’ultimo concerto della stagione di Palermo Classica

Per la rassegna invernale “Passione e Impeto” di Palermo Classica, domenica 7 aprile alle ore 19.15 si terrà il concerto della pianista Primavera Shima, acclamata pianista australiana di fama internazionale, che chiuderà la stagione. Interprete di raffinata tecnica, virtuosismo e riflessione, eseguirà un programma dedicato a P.I. Tchaikovsky, S. Rachmaninov e F. Liszt/Wagner. La rassegna“Passione e Impeto” , in programma dal 16 dicembre al 7 aprile 2019, si svolge all’interno dell’Auditorium San Mattia dei Crociferi, in via Torremuzza 29 alla Kalsa. La chiesa, con l’annesso convento, fu edificata nel 1686 da Giacomo Amato, per i Padri Crociferi, ed è disposta su un lotto stretto e lungo. Il prospetto sulla via Torremuzza unisce al rigore tardo-rinascimentale il vigore plastico delle membrature in pietra; sopra il portale principale è un medaglione con l’immagine in stucco di S. Mattia. Presenta una forma particolarmente rara: ha pianta ottagonale coperta da grande cupola. L’edificio conventuale e la chiesa, dal 1886 sono passati di proprietà al Comune e sono stati adibiti ad uffici, oltre ad ospitare mostre ed eventi culturali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *